La roadmap di Intel guarda al mobile

ComponentiWorkspace

Dai Quad Core a Internet mobile

Al centro dello Spring Analyst Meeting di New York, è il passaggio di Intel dal processo di produzione a 65 nanometri a quello a 45 nanometri. Intel venderà i suoi primi chip a 45 nanometri, noti con il nome in codice di Penryn, a partire da quest’anno. Tutti i chip di Intel avranno il brand Core micro-architecture, lanciato un anno fa. Nel 2008, l’azienda inizierà il passaggio a una nuova architettura, dal nome in codice Nehalem. Nel 2009, Intel introdurrà i nuovi chip a 32 nanometri, un processore basato su Nehalem noto come Westmere. Nel 2010, Intel si orienterà a una nuova micro architettura: Sandy Bridge. Ma Paul Otellini scommette soprattutto sul Mobile: notebook; e dispositivi mobili connessi a Internet, Pc ultra low-cost e consumer electronic abilitati al Web. I portatili sorpasserano definitivamente i desktop dal 2009: i chip a 65 nanoemetri, Santa Rosa, per il mobile computing sono sul trampolino di lancio. Dalla metà di quest’anno al primo trimestre 2008 Intel metterà sul mercato Harpertown per server e Yorkfield per desktop: chip quad core a 45 nanometri; e tre processori dual-core (Wolfdale per server; Wolfdale per desktop; e un Penryn mobile).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore