La saga del buy-out di Dell

AziendeMarketing
Dell Latitude 10 ST2, professione tablet
2 0 Non ci sono commenti

Arriva la raccomandazione di Institutional Shareholder Services (ISS) per convincere gli azionisti ad accettare il buy-out proposto da Michael Dell ed appoggiato da Silver Lake

Prima l’investitore-attivista Carl Icahn ha scritto una lettera agli azionisti, adesso Institutional Shareholder Services (ISS) appoggia il piano del buy-out di Dell da 24.4 miliardi di dollari, lanciato dal fondatore Michael Dell. Venerdì Icahn inviava un’open letter a Dell e ai  suoi azionisti accusando l’azienda di “attaccare” il proprio business e gli shareholder con “tattiche per impaurire”: al piano di buy-out di Michael Dell e Silver Lake, Icahn aveva contrapposto un piano di buyback per 1.1 azioni da 14 dollari per azione: 12 volte il valore di Dell, prima di interessi ecctera.

Adesso, invece, l’Institutional Shareholder Services (ISS) lancia il suo endorsement per il piano di Michael Dell, da 13.65 dollari ad azione, un piano sostenuto da Silver Lake. Si tratta della risposta del vendor texano al declino del mercato Pc nell’era Mobile e cloud.

La raccomandazione di ISS sorprende e potrebbe sbloccare la transazione. L’accordo di Icahn punta a mantenere Dell pubblica e quotata in Borsa, mentre Dell ha approvato il delisting per tornare ad essere un‘azienda privata. Dell, fuori da Wall Street, potrà rifocalizzarsi nell’era Mobile e cloud.

Dell ha perso 100 miliardi di dollari di capitalizzazione dal 2000, e il titolo a maggio aveva “bruciato” il 33% di valore sall’inizio dell’anno.

Conoscete la storia di Dell? Misuratevi con un Quiz!

Dell Latitude 10 ST2, professione tablet
Dell Latitude 10 ST2, professione tablet 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore