L’ascesa di Linux

ManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace
Linux Foundation fotografa lo stato del Software libero e open source
10 0 1 commento

Linux Foundation fotografa lo stato del Software libero e open source. Cresce il numero dei programmatori che contribuiscono allo sviluppo di Gnu/Linux. Scende Microsoft, salgono Samsung e Google

Lo sviluppo di Gnu/Linux cresce costantemente, e sotto ogni parametro. Cresce il numero di programmatori, di aggiornamenti e di modifiche all’ora. Il software libero e open source cresce nell’era Mobile. Linux Foundation, l’organizzazione senza scopo di lucro dietro allo sviluppo del kernel Linux, ha fornito i numeri aggiornati sullo sviluppo di Linux. I programmatori che contribuiscono allo sviluppo sono aumentati a 1.131 unità, nel periodo fra il rilascio della versione 3.0, del 21 luglio 2011, e quello della versione 3.10, del  30 giugno 2013: all’ultimo update hanno lavorato 1.392 developer appartenenti a 243 aziende.

Microsoft, che era salita in posizione 17 nel 2012 quando aveva distribuito i driver Hyper-V sotto forma di licenza open source, ora esce dalla Top 30.Nel 2012 Microsoft sottopose 688 patch relative all’uso di Windows e Linux negli ambienti di virtualizzazione. Invece salgono, in decima e nona posizione rispettivamente, Google e a Samsung. Ma a sorpresa solo 7.000 sono le righe di codice relative ad Android, l’OS mobile open source che domina nel Mobile, nel mercato smartphone, ed è in grande ascesa nel mercato tablet. Samsung e Google hanno contribuito soprattutto a migliorare il kernel Linux più che Android.

In cima alla classifica di Linux Foundation ci sono i linuxisti autonomi, seguiti, nelle posizioni successive, da Red Hat, Intel, Texas Instruments, Linaro, SuSE, IBM, Samsung, Google, Vision Engraving Systems e Wolfson Microelectronics.

Proprio in queste ore, il Wall Street Journal ha antticipato che Ibm investirà un miliardo di dollari su progetti collegati a Linux sulla gamma di server Power Systems.

Linux Foundation: le aziende che più contribuiscono allo sviluppo del kernel Linux
Linux Foundation: le aziende che più contribuiscono allo sviluppo del kernel Linux

Dal rilascio del 2.6.11 nel 2005, hanno contribuito allo svilupo del kernel Linux in totale 9,784 sviluppatori. Un piccolo numero di programmatori produce gran parte delle patch e del codice applicato al kernel e viceversa.

In ogni ciclo di sviluppo, approssimativamente un terzo degli sviluppatori coinvolti ha contribuito esattamente con una patch” riporta Linux Foundation. “Dal rilascio della 2.6.11, la top ten degli sviluppatori ha contribuito a 30.420 modifiche, pari all’8.4% del  totale. I developer della top 30 hanno contribuito appena per il 18% del totale.”

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore