Con la scatola Viwo, Arduino guarda ai progetti per l’infanzia

ComponentiWorkspace
Con la scatola VIWO, Arduino guarda ai progetti dei Makers per l'infanzia
3 3 Non ci sono commenti

La scatola Viwo, realizzata dalla designer Tessa Donati, è un gioco musicale in legno, creato per stimolare i bambini ad impiegare i cinque sensi. Vediamo come Viwo sfrutta Arduino Uno

Arduino Srl, la società italiana che si occupa della produzione della piattaforma Open hardware Arduino, dopo aver aperto sul sito arduino.org una sezione dedicata ai progetti più interessanti realizzati dai Maker, ora mette in risalto le applicazioni dedicate ad incoraggiare la creatività dei più piccoli.

Con la scatola VIWO, Arduino guarda ai progetti dei Makers per l'infanzia
Con la scatola VIWO, Arduino guarda ai progetti dei Makers per l’infanzia

Arduino Srl si mette a servizio dell’infanzia con la scatola Viwo. Viwo, lanciato dalla designer Tessa Donati, è una scatola musicale in legno nata per stimolare i bambini ad impiegare i cinque sensi mentre giocano, e soprattutto il tatto, la vista e l’udito. Viwo sfrutta le schede Arduino Uno e nasce per sviluppare un gioco in grado di coniugare la tradizione di un gioco di legno – e le sensazioni che il legno offre al tatto – con le peculiarità dei giochi tecnologici moderni capaci di calamitare l’attenzione dei bambini. La scatola è composta da due giochi interattivi differenti: sedici piccoli cubi di legno che, se infilati nella scatola nella giusta posizione, danno luogo a sei diverse illustrazioni accompagnate dalle rispettive canzoni. Elemento cruciale del gioco è il suono: ogni lato dei sedici cubi corrisponde ad un suono riprodotto quando il cubo viene messo nella giusta posizione all’interno della scatola, così come mostra il video.

Il termine VIWO è la combinazione delle parola ‘vivo’ e ‘wood’ (legno) e ho scelto questo nome perché la mia scatola di legno può davvero sembrare viva agli occhi di un bambino. ” precisa Tessa Donati che, per realizzare il meccanismo che attiva i suoni, ha utilizzato novantasei diversi circuiti grafici su cui ha poi disegnato le sei illustrazioni. I circuiti sono stati sviluppati con inchiostro induttivo che, al tatto, invia uno stimolo alla scheda Arduino Uno che lo traduce nel suono corrispondente.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore