La scommessa spagnola

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Una realtà europea contro i colossi americani e asiatici. Panda Software, partendo dalla penisola iberica, ha adottato la strategia giusta per conquistare un’ importante fetta del mercato della sicurezza

Una luce rossa lampeggiante illumina all’improvviso la stanza prima di allora illuminata solamente dagli schermi dei computer e dalla fioca luce di una giornata piovosa… Siamo all’interno dei Panda- Labs, i laboratori di Panda Software a Bilbao, in Spagna, dove operano i tecnici che monitorano la situazione degli attacchi informatici che colpiscono i computer in tutto il mondo. La luce rossa lampeggiante avverte il personale della scoperta di un nuovo virus. A quel punto i tecnici si mettono al lavoro per sviluppare nel più breve tempo possibile l’antivirus, in grado di proteggere dal nuovo pericolo. È un lavoro che richiede competenza, attenzione e pazienza. I laboratori di Panda Software sono attivi 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. Se vi capita di passare nei pressi del palazzo che alloggia i laboratori, nel centro della graziosa cittadina spagnola, vedrete sempre le luci accese. Sono gli angeli custodi di milioni di persone che, grazie a loro, possono, loro sì, dormire sonni tranquilli. Il servizio è stato lanciato da quasi dieci anni, nel 1997, per cercare di porre rimedio alla sempre più frequente proliferazione di virus. Il pacchetto 24 ore su 24 prevede aggiornamenti quotidiani, automatici e facilmente programmabili, supporto tecnico tramite qualificati specialisti e Sos virus, un servizio che fornisce la soluzione rapida a un eventuale attacco. Panda Software è un’azienda relativamente piccola che deve competere con colossi del calibro di Symantec, McAfee e Trend Micro. Multinazionali con grandi capitali e organizzazioni ben strutturate. Panda non si è certo fatta intimidire e ha sviluppato un modello di business focalizzato su country partner, che rappresentano di fatto l’azienda nei singoli paesi. Nata nel 1990, grazie all’intuito di Mikel Urizarbarrena, attuale Presidente, oggi Panda Software vanta 1.500 dipendenti, è presente in 56 diversi paesi (tre filiali e 53 country partner) e i suoi prodotti sono tradotti in ben 23 lingue. Nel mercato degli antivirus, dopo i colossi citati, è presente Panda Software, che per competere a livello internazionale con realtà dotate di maggiori risorse economiche, basa la propria capacità sul territorio sui country partner. In questo modo l’azienda può concentrare le proprie risorse, umane ed economiche, esclusivamente su ricerca e sviluppo. Un modello di business che le ha consentito di conquistare un posto di assoluto prestigio nel panorama della sicurezza.

UN’ORGANIZZAZIONE PERFETTA

Per ottenere risultati di questo livello, l’azienda si è dotata di un’ organizzazione efficiente ed efficace, che basa la propria filosofia sul concetto ?pensa globalmente, agisci localmente?. Quattro sono i pilastri su cui si basa l’organizzazione della società spagnola: Panda Research, il cui compito è realizzare indagini accurate relative alle problematiche inerenti la sicurezza; divisione Ricerca&Sviluppo, che provvede a progettare e creare soluzioni integrate di alto livello qualitativo; i già citati PandaLabs, i laboratori che analizzano le minacce informatiche e provvedono a fornire gli aggiornamenti; e infine, l’assistenza e il supporto tecnico locale. La costante evoluzione dei pericoli e degli attacchi informatici richiede, da parte delle aziende impegnate nel settore, un impegno costante e in continua trasformazione, per fronteggiare minacce sempre più complesse. Se si vuole guardare avanti e mantenere la posizione acquisita non è possibile accontentarsi dei risultati acquisiti. ?…Per costruire il futuro – spiega Mikel Urizarbarrena – facciamo affidamento sul nostro team giovane, competente e molto motivato, completamente allineato alla nostra missione. In questo modo assicuriamo ai nostri clienti lo svolgimento delle loro attività con una protezione completa da virus, trojan, spyware, hacker, frodi, spam e altri codici maligni, ora come nel futuro…?. ?Le dinamiche del malware – sottolinea Fernando de la Cuadra, International Technical Editor – stanno cambiando e stiamo passando dai massicci attacchi del passato agli attacchi personalizzati… Dietro queste nuove minacce ci sono persone e organizzazioni che perseguono interessi economici. Non è più la fama il loro obiettivo?. Panda si è assunta l’impegno di proteggere la propria clientela da qualsiasi forma di pericolo informatico, cercando di sviluppare tecnologie e prodotti all’altezza della situazione in continua evoluzione, e con costi di gestione co ntenuti. I cambiamenti in atto nel settore hanno spinto l’azienda a suddividere la propria capacità di intervento su due distinti livelli: protezione totale e protezione preventiva. Nel primo caso, come si evince dal suo stesso nome, Panda assicura la protezione totale contro qualsiasi tipo di minaccia: sia essa un virus oppure altre tipologie di malware, che possono mettere in pericolo il sistema del cliente. La protezione preventiva, invece, è un’evoluzione di sicurezza dettata dai cambiamenti delle dinamiche del malware avvenute negli ultimi anni, che richiedono tecnologie proattive. Panda Software ha integrato nelle proprie soluzioni la tecnologia TruPrevent e il cosiddetto Pips (Personal computer intrusion prevention system), un sistema che comprende antivirus, antispyware, personal firewall integrati e tecnologie Hips (Host based intrusion prevention system). Grazie alla tecnologia di prevenzione, il sistema rileva e blocca i virus e qualsiasi altro malware, inclusi quelli ancora sconosciuti. ?Ci sono attualmente almeno due milioni di computer nel mondo che si avvalgono della nostra tecnologia preventiva?, afferma de la Cuadra. Per il futuro, la scommessa di Panda Software è quella di continuare a essere un punto di riferimento per la sicurezza informatica, cercando di consolidare il marchio a livello internazionale, sempre avvalendosi del supporto di partner locali. ?Il futuro – aggiunge de la Cuadra – ci vede impegnati ad affrontare le nuove minacce silenziose, in ambito consumer e aziendale?. Con l’obiettivo di essere uno dei leader mondiali nell’ambito delle soluzioni anti malware.

L’OFFERTA DI PANDA SOFTWARE

Soluzioni per ogni tipo di esigenza, dall’utente privato alle aziende, caratterizzate da facilità d’uso e costi di gestione contenuti. Questo è quanto fornisce Panda Software. Per il mondo consumer le principali soluzioni sono l’Antivirus 2007, l’Antivirus 2007 abbinato al Firewall sempre nella nuova versione, e Panda Internet Security 2007. Sono inoltre disponibili tool gratuiti come ActiveScan che comprende la tecnologia TruPrevent, e SpyXposer, per coloro che desiderano effettuare accurate analisi del sistema per contrastare le varie forme di spyware. Le piccole medie imprese possono invece affidarsi a BusinessSecure per una difesa completa di server e workstation, con una gestione flessibile e la disponibilità delle tecnologie TruPrevent. Per la difesa dell’intero network, compresi i computer non collegati alla rete locale, c’è WebAdmin, che dispone di un’amministrazione via Internet; e la soluzione GateDefender in versione Integra o Performa, che comprende una gamma completa di appliance in grado di bloccare le diverse tipologie di minacce che possono colpire la rete. GateDefender in particolare, è adatta alla situazioni con reti aziendali estese. Le tecnologie TruPrevent possono essere usate in modo indipendente ed essere integrate in soluzioni preesistenti, come nel caso di EnterpriSecure. Sono inoltre compatibili con altre applicazioni antivirus. La sicurezza a strati elaborata da Panda Software consente l’utilizzo di differenti prodotti a seconda del livello da proteggere. I diversi strati aggiunti al sistema aziendale, sostiene Panda, aumentano l’operatività delle soluzioni già installate in rete, riducendo al minimo le possibilità di incorrere in qualche tipo di infezione o di veder diffondere le minacce all’interno dei network.

IL WORM SPAMTA SI TRASFORMA

L’allarme è stato lanciato da Panda Software che ha recentemente rilevato la presenza di nuove sette varianti del worm

Il codice maligno Spamta è entrato in circolazione circa un mese fa producendo in poco tempo ben 67 varianti. I worm Spamta raggiungono i Pc con la posta sotto forma di allegati. Spesso sembrano essere dei messaggi di errore nell’invio di e-mail. Le nuove varianti scoperte sono molto simili tra loro e sono state tutte progettate per inviarsi agli indirizzi che trovano all’interno dei Pc. Le differenze sostanziali tra le varie forme risiedono nei messaggi di posta che usano e nel peso dei file compressi che contengono il codice. Nel caso dei worm Spamta, i loro autori stanno cercando di mettere in circolazione numerosi nuovi esemplari in poco tempo. In questo modo aumentano sensibilmente le possibilità che un Pc sia danneggiato. Un’altra strategia è quella di sfruttare le vulnerabilità del sistema per infettare i computer con codici nuovi e sconosciuti senza che l’utente se ne renda conto. Anche nel caso di Spamta, le Tecnologie TruPrevent di Panda Software hanno rilevato e bloccato questo nuovo fenomeno senza conoscerlo in anticipo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore