La sfida del VoIP e del WiFi sotto le luci del 3Gsm

NetworkProvider e servizi Internet

A Barcellona gli operatori della telefonia mobile presentano le proprie soluzioni per cogliere nuove opportunità di business

Uno spettro si aggira per il 3Gsm World Congress di Barcellona e si chiama Voice Over Ip, ma tutti lo chiamano confidenzialmente VoIP. La telefonia su Internet, resa popolare da Skype, che all’inizio faceva tremare le Tlc di tutto il mondo, ora viene vista sotto nuove prospettiv e. Anche gli operatori mobili hanno deciso di coglierne le opportunità, rispondendo in varie modalità alla sfida del VoIP e del WiFi/WiMax. Mentre il no secco al VoIP, per alcuni anni almeno, di Vodafone risuona ancora per gli stand del 3Gsm, l’opportunità viene sondata da altri grandi nomi della telefonia mobile. BT venderà un telefonino dual-mode di Motorola (il modello A910) che utilizzerà il WiFi, anche se limitatamente ai propri hotspot wireless. Hutchison 3G Europe ha invece siglato un accordo con Skype, per conservazioni fra più utenti. Nokia ha lanciato il suo dispositivo mobile dual mode, affermando che il supporto VoIP permetterebbe all’utente di chiamare a costi inferiori rispetto a quelli di connessione con banda larga senza cavo. Poi c’è la sfida HSDPA, la banda larga superiore al 3G: Samsung e T-mobile hanno fatto, rispettivamente, dimostrazioni pubbliche che hanno catalizzato l’attenzione a Barcellona. Tra 3G, super Umts, 4G, Hdspa, VoIP e wireless, a Barcellona si è iniziato a vedere cosa già esiste e cosa possiamo aspettarci nel prossimo futuro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore