La Siae a braccetto con l’Agenzia Entrate del Veneto

Autorità e normativeAziendeMercati e FinanzaNormativa

Gli accessi ai locali per rilevare il corretto adempimento degli obblighi di legge avverranno con interventi di tipo “istantaneo” (durante i concerti) o con interventi con il “presidio di cassa” (in discoteca)

L‘accordo tra l’Agenzia delle Entrate e la Siae permetterà di eseguire controlli congiunti da parte dei nuclei composti da funzionari delle Entrate ed ispettori della Siae in numerosi locali ubicati in comuni od aree ad alta frequentazione turistica che operano prevalentemente nei mesi estivi. In Veneto saranno controllati i locali della fascia costiera adriatica e del lago di Garda.

Oltre allo scambio di informazioni e di esperienze, i funzionari delle Entrate si impegneranno a scovare il “sommerso”, di verificare il rispetto dell’obbligo di emanazione degli scontrini fiscali e degli studi di settore, di acquisire la documentazione contabile ed extracontabile. Invece gli ispettori della Siae prenderanno in esame eventuali anomalie relative alla contribuzione del personale assoggettato all’Enpals nonché il rispetto delle regole nell’uso dei misuratori fiscali e delle biglietterie automatizzate.

Gli accessi ai locali per rilevare il corretto adempimento degli obblighi di legge avverranno con interventi di tipo “istantaneo” (nei casi in cui la rilevazione dei dati può essere effettuata in un lasso di tempo limitato, per esempio durante un concerto) oppure con interventi con il “presidio di cassa” (che prevede la presenza dei funzionari durante tutto l’orario di apertura dell’esercizio , per esempio per le discoteche).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore