La sicurezza al tempo del Web

NetworkProvider e servizi Internet

Le nuove linee per la sicurezza dei dati emerse al NetSec 2004 di San Francisco. La crittografia è la soluzione.

La grande sfida del Web è la sicurezza dei dati. Queste le conclusioni del NetSec di San Francisco, appuntamento annuale indetto da Computer Security Institute. La maggior parte delle attività che si svolgono sulla rete hanno bisogno di sistemi di protezione dati. Si pensi al controllo remoto e all’aggiornamento remoto del software; o agli algoritmi esclusivi usati da motori di ricerca come Google, che non debbono essere forzati. Si pensi ai progetti per la costruzione di apparecchiature e dispositivi di ogni genere, che oggi viaggiano sul web. ” Immaginate una azienda ? ha esemplificato Whitflield Diffie, capo della sicurezza delle reti di Sun Microsystem ? che debba costruire una qualsiasi apparecchiatura. Si rivolge a uno studio di progettazione, che fornisce il disegno, costruisce il prototipo che consegna al committente e, poi, distrugge i disegni del progetto. I servizi che oggi viaggiano sul web debbono poter contare sui medesimi comportamenti di garanzia”. La sfida del nostro secolo, secondo Diffie, sta nei sistemi di crittografici inventati per garantire la segretezza. Lo stesso Diffie è un esperto in questo campo, avendo già nel 1975 scoperto un sistema si crittografia dei dati. Ed è proprio questa la base per la sicurezza delle reti. Sistemi crittografici sempre più complessi e a prova d’intrusione. “La diffidenza di molti verso il web è alta ? conclude Diffie- ma, se avete un progetto da tenere segreto lo relegate nella memoria di un computer isolato dalla rete, mettete il computer in una stanza segreta e la chiudete a chiave? Oppure adottate un sistema di crittografia?”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore