La sicurezza Europea è al verde

Sicurezza

Secondo una ricerca Intel, oltre la metà dei responsabili It intervistati
ritiene che la sicurezza sia il problema principale dell’It ma non dispongono
del budget necessario

Intel ha reso noti i risultati di un sondaggio, commissionato alla società indipendente Lightspeed, e condotto su oltre 1.000 responsabili IT in 10 Paesi europei, che rivelano come la sicurezza informatica sia ancora il problema principale in tutta Europa. Infatti, oltre la metà dei responsabili IT intervistati ha identificato nella sicurezza,la cui importanza è chiaramente in crescita con un +15% rispetto a cinque anni fa,l’esigenza prioritaria. Sembra esserci un preciso cambiamento percettivo in riferimento alle minacce che preoccupano i responsabili IT. Nel 2006, il 66% dei responsabili IT intervistati in Europa riteneva che le minacce interne, come quelle determinate dai comportamenti degli utenti, fossero il pericolo più serio per la sicurezza delle reti. Nel 2007, soltanto il 24% degli intervistati ha indicato i comportamenti interni come un fattore critico. Un terzo degli intervistati ritiene oggi che gli attacchi esterni costituiscano la minaccia più seria alle reti, mentre i malfunzionamenti dei sistemi operativi e delle patch delle applicazioni seguono di poco, citati dal 23% del campione. La disponibilità di budget è stata identificata come uno dei problemi principali; quasi un terzo dei responsabili IT intervistati concorda sul fatto che la sicurezza informatica pone delle sfide significative che richiedono un budget più allargato. Questa percezione è particolarmente sentita in Polonia con il 61% degli intervistati; segue la Germania con il 44%. Sebbene la consapevolezza che la sicurezza rappresenta un problema critico sia elevata e diffusa, non sembra che ci sia una risposta adeguata in termini di supporto da parte del management aziendale, in base a quanto riportato da un terzo degli intervistati. Il sondaggio ha inoltre rivelato il costo reale della sicurezza, poiché lo staff IT altamente qualificato dedica in media oltre il 30% del proprio tempo a risolvere problematiche legate alla sicurezza. Questo dato è indicativo di come la sicurezza metta a dura prova i reparti IT. Il quadro risultante dall’indagine sulle aziende di grandi dimensioni (con un numero di addetti superiore a 500) è ancora più preoccupante, con il 25% degli intervistati che dedica il 50% del proprio tempo alla gestione di problemi relativi alla sicurezza. La risoluzione degli incidenti legati alla sicurezza IT non è un compito da poco, come confermato dal 41% degli intervistati che dedica fino a due ore ad ogni incidente di sicurezza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore