La strategia di Dell nell’era Mobile e cloud: è buy-out

AziendeMarketing
Michael Dell verso il buy-out

Dell studia il buyout: fine del controllo pubblico a 25 anni dall’IPO

TPG Capital e Silver Lake sono i private equity che aiuteranno Dell in un’operazione di buyout: sta per calare il sipario sul controllo pubblico a 25 anni dall’IPO. Il buy-out è valutato 20 miliardi di dollari fra equity e debiti. Il terzo vendor del mercato Pc, dopo anni di difficoltà in un mercato Pc in calo, sorpassato dal mercato Mobile, sta per cambiare rotta. Incapace di cavalcare l’onda mobile e il nuovo mercato del cloud computing, Dell studia il buy-out. In questo modo Michael Dell, che ha speso 12.7 miliardi di dollari nell’ultimo quadriennio per compensare al forte calo della domanda nel mercato Pc, potrebbe guadagnare nuova flessibilità per sfidare, da una parte, Apple e Samsung nel mercato consumer e dall’altra parte, contrastare Oracle, Cisco e IBM nei mercati dei data-center.

Dell uscirà dalle vicissitudini di un mercato azionario che penalizza il mercato Pc e quei vendor che non sanno rifocalizzarsi nell’era Mobile e cloud delle nuvole di dati. La società di analisi Needham & Co considera la fuoriuscita dal pubblico controllo degli azionisti, ogni trimestre, come un’opportunità positiva: “Potranno generare una grande quantità di contanti, e investire pesantemente nella strategia Mobile“, senza dover rendere conto agli investitori a Wall Street.

Michael Dell, 47 anni, vuole de-enfatizzare due terzi del business e per farlo deve uscire dal mercato pubblico. Michael Dell fondò la sua azienda nel dormitorio dell’Università del Texas nel 1984, con soli mille dollari. La sua visione consisteva nel vendere macchine di fascia alta con il più alto risparmio possibile, ed ha goduto di 20 anni di boom. Dell lasciò il ruolo di Ceo nel 2004 a Kevin Rollins, ma venne richiamato in azienda nel 2007. Dovette patteggiare una multa da 100 milioni di dollari con la SEC, la Consob americana, per chiudere uno scandalo. La strategia di Dell consisteva nell’impiegare il cash, derivante dal mercato Pc, per acquisire computer networking, storage, e software aziendale. Nel 2009, a due anni dal ritorno come CEO, Dell acquisì per 3.9 miliardi di dollaroi Perot Systems, un’azienda di servizi. Ma non è stato sufficiente per resuscitare il brand. Il valore enterprise di Dell è di 19.1 miliardi di dollari, solo 4.4 volte gli utili. Peggio di Dell è solo Hp, che è un multiplo di 3.5 gli utili, secondo Bloomberg.

Dell ha in cassa 14.2 miliardi di dollari (alla data del 2 novembre). I leveraged buyout erano scarsi prima della crisi del 2009, ma ora sono in crescita.

Michael Dell verso il buy-out
Michael Dell verso il buy-out
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore