La strategia mobile di Mozilla: da Firefox OS a Firefox 17 per Android

ManagementMarketingWorkspace
Firefox OS su smartphone ZTE a inizio 2013

Firefox OS sbarcherà sui primi smartphone a inizio 2013. Intanto si può testare con una macchina virtuale. Rilasciati Firefox 17 per Android e Mozilla Popcorn Maker

Anche Mozilla si prepara per l’era Mobile, ed ha messo in download una macchina virtuale (da 66 MB) di Firefox OS per il browser Firefox, in modo da poter testare il sistema operativo per smartphone basato su tecnologie web, come HTML5 e Javascript: “Oggi il 50 per cento dei 2,3 miliardi di utenti online si collega a Internet utilizzando principalmente un dispositivo mobile e le previsioni dicono che questa percentuale è destinata ad aumentare”. L’interfaccia appare user-friendly e si ispira sia a Windows Phone che a iOS. Spostandosi nelle pagine si visiona l’elenco delle applicazioni come nel software Apple, ma, premendo il pulsante home, si atterra nella pagina principale ispirata al sistema operativo di Microsoft. Al momento Firefox Marketplace è accessibile solo su invito, invece l’ editor di immagini, simile a quello presente nelle ultime versioni di Android, mette a disposizione alcune funzioni di base, consentendo la condivisione delle immagini via social network, Bluetooth ed email. Firefox OS sbarcherà su smartphone ZTE a inizio 2013.

Mozilla ha rilasciato Firefox 17, una release classificata LTS come l’edizione a lungo supporto di Ubuntu. Oltre a sanare i bug, introduce il blocco dei plugin di terze parti (blocco che è comunque disattivabile) quando non vengono aggiornati da molto tempo. Firefox per Android sostiene Android Jelly Bean 4.2 e ha allargato la gamma di smartphone supportati. Adesso Firefox gira su molti processori ARMv6, invece prima poteva girare solo su processori ARMv7, tagliando fuori i dispositivi più vecchi.

Al Mozilla Festival a Londra la fondazione del browser open source ha presentato Mozilla Popcorn Maker, una piattaforma per creare filmati interattivi, grazie a un editor basato su tecnologie HTML, CSS e JavaScript, semplice d’uso anche per chi è a digiuno di editing video o sviluppo Web. Popcorn.js era stata rlasciata un anno fa da Mozillaagli sviluppatori, e PopCornMaker funziona con Firefox, Chrome o Internet Explorer. È in grado di aggiungere messaggi provenienti da Twitter, articoli di Wikipedia o immagini caricate dal disco fisso, stabilendo per ogni elemento il tempo di visualizzazione e gli effetti di ingresso o uscita (pop, fade, slide up, slide down). Una volta terminata l’elaborazione, il progetto viene salvato e liberamente condiviso.

Nei giorni scorsi la Mozilla Foundation ha pubblicato il report interattivo sul bilancio: Mozilla ha archiviato il 2011 registrando un fatturato consolidato pari a 163 milioni di dollari, in crescita del 33% rispetto ai 123 milioni nell’anno 2010. Per il futuro Mozilla punta non solo su Firefox OS per ritagliarsi un ruolo nell’era Mobile, ma anche sul progetto educativo Webmaker: “Nel 2013 Webmaker mobiliterà una comunità globale di mentori, istruttori e giovani per insegnare e imparare insieme – annuncia la fondazione del popolare browser – La leva essenziale per far progredire Internet e gli obiettivi di Mozilla è e continuerà a essere il browser web Firefox“. Mozilla ha spiegato a Cnet che il problema oggi non è il capitale, ma il Mobile: con 400 milioni di utenti Firefox (il browser ha appena compiuto 8 anni), Mozilla si preoccupa di salire su smartphone e tablet.

Sei un fan di Firefox? Mettiti alla prova con un QUIZ!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore