La svolta di Adobe sulla nuvola

CloudManagementMarketingNetwork
Adobe va sulla cloud

Adobe Creative Suite 6 (CS6) può essere utilizzata nella formula a noleggio online

Da metà maggio Adobe lancerà Creative Suite 6 (CS6), la rinnovata suite che scommette su tablet e iPhone. Le novità principali consitono però nel modello di business adottato da Adobe: la software house ha scelto l’utilizzo a sottoscrizione, nella formula a noleggio online). A un canone mensile di 61,49 euro (Iva inclusa) il singolo utente può scaricare sul proprio pc ben 12 programmi principali (in pratica tutta la suite più i nuovi Adobe Muse – per creare siti in Html 5 – e Adobe Edge Preview per creare animazioni in Html 5) e usarli per un anno al termine del quale decide per il rinnovo. Il prezzo (mensile) comprende anche eventuali upgrade dei software,  e strumenti per la creatività sui tablet come Photoshop Touch (e le Touch Apps). Il contratto prevede poi 20 Gbyte di spazio nella cloud per condividere progetti e altri servizi.

In fase di studio sono anche nuove offerte di licensing  anche dedicata a chi, fino ad oggi, ha preferito acquistare il software in scatola, oppure per chi vuole sfruttare, di questo servizio, solo Photoshop. Chi vuole decidere mese per mese se rinnovare o meno spende invece di più: esattamente 74,99 euro (Iva esclusa).

Altra novità consiste nell’engine Mercury per tutti i prodotti principali. Creative Cloudoffrirà accesso a 20 programmi da installare su Mac o Pc. Creative Cloud potrà attrarre nuovi clienti, aggiungendo un miliardo di dollari alle vendite di software distribuiti in modalità as a service su Internet.

Il titolo di Adobe ha guadagnato il 15% da inizio anno. Adobe ha sofferto negli ultimi anni perché è stata lenta a recepire il modello software-as-a-service (Saas).

Adobe va sulla cloud
Adobe va sulla cloud
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore