La tecnologia nello spazzolone

AccessoriWorkspace

Un’indagine Gfk-Eurisko per Intel mostra come le donne siano attratte dalle
nuove tecnologie che permettano loro di alleviare il peso dei lavori domestici.
Bene anche l’uso degli apparecchi di elettronica di consumo per film e musica

Cosa vogliono le donne dalle nuove tecnologie? Un aiuto nei lavori di casa, praticamente una colf elettronica che permetta loro di alleviare il peso che sentono gravare sulle loro spalle dalle facende domestiche. Questo è uno dei risultati emersi dall’indagine condotta da Gfk-Eurisko per Intel, relativa al rapporto tra donne e tecnologia nel nostro paese. “La ricerca ha dimostrato – spiega Rosanna Savoldelli, direttrice della ricerca Gfk-Eurisko – che le donne italiane vorrebbero prima di tutto dalle nuove tecnologie un aiuto domestico, per alleviare il peso che ancora sentono gravare soprattutto sulle loro spalle; poi un mezzo per migliorarsi culturalmente e, infine, soprattutto le più giovani, l’intrattenimento”. In effetti, alla domanda ‘Quali tecnologie per migliorare la vita quotidiana?’ il campione strutturato in 300 interviste e suddiviso in base a un universo di donne di età compresa tra i 30 e i 60 anni, l’11% ha risposto proprio semplificare le faccende domestiche. Tra le varie domande e le verifiche incrociate però, l’indagine rivela che, in generale, le donne italiane fanno un uso strumentale e pratico delle nuove tecnologie e solo una parte di esse, il 37% si definisce attratta. Rispetto al Pc molte donne del campione utilizzano gli apparecchi di elettronica di consumo ma solo quelli relativi a film e musica come Cd e Dvd palyer.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore