La tecnologia Storage Tank di IBM crea un rivoluzionario file system

Management

IBM ha annunciato la disponibilità della prima tecnologia software storage che consente di condividere senza difficoltà milioni di file all’interno di ambienti eterogenei e rivoluziona la gestione dei dati attraverso l’automazione.

Basata sulla tecnologia Storage Tank, sviluppata dai centri di Ricerca IBM, la soluzione IBM TotalStorage SAN File System è stata progettata per fornire un unico punto di controllo centralizzato per la gestione di file e database. In tal modo viene semplificata drasticamente l’amministrazione e vengono ridotti in modo sostanziale i costi complessivi. La soluzione SAN File System rivoluziona i parametri economici delle reti storage SAN (Storage Area Network) consentendo alle aziende di valorizzare al meglio gli investimenti hardware attraverso un layer di virtualizzazione software. Basata sulle tecnologie di autonomic e grid computing messe a punto dai centri di Ricerca IBM, la soluzione SAN File System si basa su un’architettura che permette di supportare migliaia di computer, petabyte di dati e miliardi di file. SAN File System introduce capacità innovative quali la distribuzione dei file basata su policy, il file locking distribuito e la funzione FlashCopy basata su file. Queste funzionalità esclusive sono progettate per ottimizzare le prestazioni nella condivisione delle informazioni e aumentare la produttività attraverso l’automazione delle operazioni di routine legate alla gestione dati. Per esempio, la funzione di distribuzione dei file basata su policy è in grado di allocare automaticamente lo spazio per i file all’interno delle storage pool utilizzando le regole definite dal cliente. In questo modo è possibile fare fronte senza difficoltà ai requisiti di disponibilità e prestazioni specifici di ciascuna azienda. I settori in cui le complessità della gestione dati sono maggiori il mondo finanziario, la ricerca farmaceutica e il settore retail – saranno quelli che avvertiranno maggiormente i benefici offerti dalla soluzione SAN File System. Il prodotto è concepito per aiutare anche quelle realtà che hanno grandi esigenze nell’area del data warehousing o che stanno realizzando ambienti di grid computing complessi. Tra le prime realtà a beneficiare dei vantaggi assicurati dalla tecnologia SAN File System figurano la John Hopkins University e il CERN (Centro Europeo Ricerche Nucleari). Oltre all’integrazione già effettuata con altri suoi prodotti, quali DB2 Data Management e le soluzioni software Tivoli Storage, IBM prevede di collaborare con produttori leader come Oracle e VERITAS Software per la certificazione e l’assistenza. La soluzione IBM TotalStorage SAN File System sarà disponibile in tutto il mondo a partire dal 14 novembre prossimo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore