La telefonia mobile di Poste italiane a fine novembre

NetworkProvider e servizi Internet

Entro Natale cresceranno gli opertatori mobili virtuali: Poste e Tiscali
andranno ad aggiungersi a CoopVoce e UnoMobile di Carrefour

Gli operatori mobili virtuali crescono. Dopo CoopVoce (di Coop) e UnoMobile di Carrefour, entro Natale arriveranno, secondo l’Ansa, le offerte di telefonia mobile virtuale firmate Poste e Tiscali. Acquistare servizi telefonici non si diffonderà solo nei supermercati, ma anche negli uffici postali. Bollettini, telegrammi e presto anche micropagamenti saranno a portata di Sim di telefonini cellulari prodotte da Poste Italiane. Secondo Adnkronos, l’operatore mobile virtuale di Poste italiane, in accordo con Vodafone, prenderà il via da fine novembre. Lo ha affermato l’Amministratore delegato Massimo Sarmi a margine dell’inaugurazione dell’esposizione filatelica Romafil 2007. Il progetto prevede di trasformare l’azienda in un operatore postale che intende specializzarsi nelle telecomunicazioni, trasformando i propri servizi in modo da renderli fruibili virtualmente attraverso il telefonino. L’intesa con Vodafone per diventare operatore mobile virtuale porterà Poste anche a lanciare servizi di borsellino elettronico e diversificazione dei micropagamenti, attravero PostePay .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore