La tigre e la Mela

Aziende

Arriva "Tiger" il nuovo sistema operativo (client e server) della Apple, molte le novità che fanno fare un salto di qualità che piacerà agli amanti del mondo Mac

Si chiama “Tiger” il nuovo Mac OS X della Apple e si annuncia con 200 nuove funzionalità e innovazioni. Iniziamo da Spotlight, un potente motore di ricerca a disposizione del desktop che permette di trovare qualsiasi informazione archiviata inclusi e-mail, contatti e immagini. Per gli utenti è particolare anche Dashboard, una sorta di cruscotto che accede alle informazioni desiderate: dalle previsioni del tempo all’andamento della borsa, dal calendario alla rubrica, dal cambio valuta alle unità di misura. Per farlo si utilizzano divertenti applicazioni chiamate widgets. Tiger ne contiene 14, ma dal momento che Dashboard si basa su tecnologie Web standard (Html e JavaScript), se ne potranno presto aggiungere di nuove. Automator, invece, è un nuovo applicativo per il workflow, che automatizza azioni ripetitive senza la necessità di complessi linguaggi di programmazione. Semplicemente si sceglie le azioni da una libreria, con un centinaio di azioni personalizzabili e si trascinano creando un workflow su misura per le proprie esigenze e condivisibili con colleghi o amici. Nuovo anche il lettore completo Rss (integrato in Safari) per fornire accesso direttamente dal browser alle notizie e informazioni delle più importanti organizzazioni, siti web, e blog. Le feed Rss possono essere messi insieme in un’unica interfaccia facile da leggere, per creare un servizio di rassegna personalizzato. Novità significative anche in molti applicativi (come nel caso di Quick Time o di iChat, ma anche Xgrid, il software Apple per il computing distribuito).

Il nuovo sistema dà supporto nativo per applicazioni a 64-bit, lasciando aperte contemporaneamente applicazioni esistenti a 32-bit, e migliora la compatibilità con Windows (accesso a home directory Windows-based e autenticazione su Active Directory di Microsoft). Importanti anche gli avanzamenti verso le fondamenta open standard Unix-based, fra cui: un kernel aggiornato con migliorata scalabilità Smp, memoria virtuale a 64-bit, liste di controllo accessi, servizi Gcc 4.0 e di rete modernizzati. La versione client di “Tiger” è disponibile presso gli Apple Store e i rivenditori autorizzati a 129 euro (Iva inclusa), per quella server il prezzo suggerito è di 499 euro per 10 client e di 999 (iva inclusa) per client.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore