La trimestrale di Ibm sotto le aspettative: Sam Palmisano verso il ritiro?

AziendeManagementMarketingNomine

Ibm cresce ma delude. Sam Palmisano, prossimo ai 60 anni, potrebbe lasciare per motivi di età

Anche Ibm potrebbe avere un terremoto ai vertici, come Nokia e forse Microsoft. Sam Palmisano, prossimo ai 60 anni, potrebbe lasciare per motivi di età: Mike Daniels, Senior Vice President, che guida i servizi tecnologici, ora guiderà il consulting business, mentre Ginni Rometty, già senior vice president, guiderà il marketing and strategy, oltre ad essere capo delle vendite. Lo Chief Financial Officer (Cfo) Mark Loughridge sarà a capo della divisione financing e information technology. Lo riportano indiscrezioni trapelate da un memo, riportato da Bloomberg. Adesso si apre la ricerca di un successore di Sam Palmisano nel ruolo di Ceo di Ibm.

La trimestrale di Intel aveva messo le ali all’ottimismo, ma una rondine non fa primavera. I ricavi di IBM sono cresciuti solo del 2% nel secondo trimestre a quota 23.7 miliardi di dollari. Invece gli utili per azione sono cresciuti a 3,4 miliardi di dollari pari a 2.61 dollari per azione. Ibm ha registrato una flessione del 12% nei contratti di servizio (per 12,3 miliardi di dollari), e un calo del 19% nei servizi di outsourcing (a quota 6,5 miliardi di dollari).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore