La truffa viaggia per posta

Sicurezza

Riappare il phishing dedicato ai correntisti di Poste Italiane

Il messaggio e-mail viene visualizzato correttamente con il logo di Poste Italiane e con la scusa di voler effettuare una verifica dei dati personali, a seguito di un aggiornamento software dei sistemi, propone un link da seguire per effettuare il controllo. Il testo non è nuovo ed è già stato utilizzato in occasione di una prima ondata nel corso dell’anno scorso. Tuttavia nonostante l’indirizzo web appositamente manipolato per ricordare il vero Url di BancoPosta, i phisher commettono una grave ingenuità infatti richiedono immediatamente il codice dispositivo andando di fatto ad alterare l’anatomia della homepage alla quale sono abituati gli utenti effettivi di BancoPosta, dandogli modo di accorgersi che qualcosa non va. Una volta inseriti i propri dati di accesso il sito clone reindirizza verso il vero sito in modo da non destare sospetti. Cosa dire? Attenzione e prendete la buona abitudine di non seguire link proposti all’interno di mail non desiderate.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore