La Tv mobile guarda YouTube sotto l’occhio di Gartner

Workspace

Le potenzialità del mezzo sono legate alla capacità di attrarre abbonati e
quindi generare ricavi con la pubblicità

La fornitura di servizi TV ai telefoni mobili (la Tv mobile) ha buone potenzialità. Sotto il profilo tecnologico è una corsa a quattro: in pole position è il DVB-H, supportato fortemente da Nokia e Unione europea; il DMB; Dab; e MediaFLO. Gartner ha però dato uno sguardo alla Tv mobile dal punto di vista finanziaro. La società di analisi sostiene che le potenzialità del mezzo sono legate alla capacità di attrarre abbonati e quindi generare fatturato con la pubblicità. La Tv mobile raggiungerà il mercato mainstream di massa entro il 2010, passando dai 38 milioni di utenti nel 2007 ai 356 milioni nel 2010. Gli abbonati a servizi 3G di Broadcasting passeranno invece dai 22 milioni del 2007 ai 133 milioni previsti nel 2010: per il fatturato dei servizi Tv su cellulare si passerà invece dai 100 milioni di dollari di quest’anno ai 15 miliardi di dollari del 2010. ma per cogliere queste opportunità, gli operatori mobili dovranno: garantire qualità, varietà e esclusività; fare crescere la base clienti per attrarre maggior advertising; rendere la Tv mobile un’esperienza unica con contenuti specifici per il Mobile o creati da comunità di utenti (user-generated content) come YouTube. La Tv mobile sarà uno dei temi al Gartner Wireless & Mobile Summit di Londra del 17 e 18 aprile.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore