La Ue contro la pedopornografia

Autorità e normative

Le contromisure a livello europeo per contrastare il fenomeno dovranno
prevedere un’alleanza fra privati e polizia

Il numero dei reati legati alla Rete è in crescita, e il fenomeno della pedopornografia online si allarga a macchia d’olio: solo in Italia Telefono Arcobaleno ha denunciato una ripresa dei siti pedoporno, passando dalle 1.260 segnalazioni del mese di gennaio 2007, alle oltre 2000 di aprile.L’Unione europea vuole adottare contromisure anti pedoporno a livello nazionale e europeo, a iniziare da un’alleanza fra privati e polizia. Ma l’Unione europea cerca anche una collaborazione contro i crimini elettronici che spaziano dalle frodi alla pubblicazione di immagini razziste, all’hacking.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore