Semaforo verde USA e UE all’acquisizione Google – Motorola

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Google - Motorola, affare fatto

Google esprime soddisfazione per l’ok dell’Antitrust USA e UE. Approvata l’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google per 12.5 miliardi di dollari

Google ha ricevuto il disco verde incondizionato da parte dell’Antitrust UE e da parte del Dipartimeno di Giustizia USA (Doj). Approvata dai regolatori europei e americani l’acquisizione di Motorola Mobility da parte di Google per 12.5 miliardi di dollari. Ma la Commissione europea non rinuncia a monitorare l’uso dei brevetti,da parte di Google e rivali, nell’infuocata “guerra dei brevetti” fra Apple e i colossi del mercaro smartphone. La UE vuole assicurare che vengano rispettate le regole Antitrust UE.

Google ha acquisito Motorola Mobility anche per rinfoltire il proprio portafoglio brevetti, sia in chiave offensiva che difensiva. E, secondo alcune indiscrezioni, Google vorrebbe ottenere il 2,25% da ogni iPhone, attraverso le royalties vantate da Motorola nei confronti di Apple. Ma la Mela di Cupertino, che ormai guadagna il 40% del suo fatturato dall’iPhone, vuole che siano rispettati i termini FRAND dei brevetti e contesta l’uso dei brevetti che fanno Samsung, già sotto lente Antitrust UE, e la stessa Motorola. In questa disputa Apple è appoggiata da Microsoft e Cisco.

I dirigenti dell’Unione europea, che vigilano sulla competizione della UE a 27, dicono che l’accordo fra Google e Motorola non cambierà lo scenario e il mercato dei sistemi operativi e ei brevetti dei dispositivi mobili. “Abbiamo  approvato l’acquisizione… perché, dopo attento esame, questa transazione non solleva problemi in merito alla concorrenza” ha detto il commissario UE alla Competizione, Joaquin Almunia.

Ma Almunia si dice preoccupato circa la possibilità di abuso di brevetti da parte di Google ed altrre aziende, oggi coinvolte in una serie di dispute legali sui diritti di proprietà intellettuale. “La decisione sulla fusione non dovrebbe significare cconche possa presentarsi la possibilità che, una volta in cui Google sia in possesso del suo portafoglio, possa abusare di questi brevetti, collegando questi brevetti con i dispositivi Android. Questa rimane la nostra preoccupazione,” ga detto il commissario Antitrust UE ai giornalisti.

La UE rimarrà vigile. I regolatori cinesi delibereranno il 20 marzo prossimo. Motorola porta in dote a Google 17.000 brevetti e  7.500 brevetti pendenti per applicazioni.

UPDATE: il Dipartimento di Giustizia Usa ha approvato l’acquisizione ieri sera.

Google-Motorola ha l'Ok UE
Google-Motorola ottiene l'approvazione dell'Antitrust UE
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore