La Ue vuole un Mister Anti-pirateria contro il cyber-crime

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Dopo il Garante per la Privacy, potrebbe servire un’Authority per la cyber-sicurezza

L’Unione europea, dopo aver istituito il Garante per la Privacy e l’Authority per l’Antitrust, potrebbe dare vita a Mister Anti-pirateria o cyber-sicurezza.

Nella Ue potrebbe servire un’Authority per garantire la sicurezza online, dopo i recenti cyber-attacchi al Pentagono Usa e 103 paesi mondiali.

Lo ha affermato a Tallin il Commissario Ue Viviane Reding: ”L’Europa ha bisogno di un ‘Mr cyber-sicurezza’ che abbia l’autorita’ di agire immediatamente in caso di attacchi di pirati informatici e che sviluppi piani di sicurezza per rafforzare le difese contro gli hacker. Continuero’ a lottare affinche’ questo incarico venga istituito al piu’ presto possibile”.

Il problema del cyber-crime è stato al centro della recente Rsa Security 2009 .

L’ultimo rapporto EMEA Internet Security Threat Report di Symantec ha registrato la creazione di oltre 1.6 milioni di signature di nuovi codice malware nel 2008: il che significa un rialzo del 200% degli attacchi malware e una crescita del 47% delle attività botnet con un totale di 5,147 nuovi server zombi a ‘command and control’. Inoltre secondo Symantec, l’Italia si piazza all’11esimo posto mondiale per diffusione malware, all’ottavo per generazione di attacchi, al sesto per numero di computer bot infette e all’ottavo per spam.

Per essere aggiornato sulle ultime notizie del mercato, iscriviti alle newsletter di NetMediaEurope, clicca qui

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore