La virtualizzazione di Microsoft diventa multipiattaforma con il supporto di Vmware

CloudServer

Una scelta di rottura con il passato da parte di Microsoft che punta alla gestione globale degli ambienti virtualizzati

Con System Center Virtual Machine Manager 2008 (SC VMM 2008),Microsoft aggiunge il supporto della tecnologia di virtualizzazione Esx Infrastructure di Vmware. Ora Microsoft è in grado di gestire gli ambienti virtualizzati con Vmware. E’ una scelta di rottura con il passato da parte di Microsoft con Hyper-V e ha richiamato l’attenzione degli IT manager che lo stanno valutando per l’implementazione tattica o strategica nei data center aziendali.

Microsoft tradizionalmente lasciava la gestione di software non Microsoft alle terze parti, Ora utilizzando le Api fornite da un concorrente come Vmware , Microsoft sta cercando di dimostrare di poter prendere su di sé anche i compiti legati alla gestione multipiattaforma.

Tra le novità di SC VMM 2008, rilasciato un mese fa, vi è il supporto delle macchine virtuali che girano su Windows Server 2008 e tool di gestione di risorse e prestazioni che lavorano anche con System Center Operations Manager ( ex Mom). Del software esiste anche una versione minore limitata alla gestione di cinque server fisici che si chiama Virtual Machine Manager Workgroup Edition . Tra i concorrenti che forniscono tool di gestione multipiattaforma vanno citati Performance Management di Bmc Software e I bm Tivoli con Tivoli Monitoring for Virtual Servers.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore