La virtualizzazione storage di Hitachi

CloudServer

L’azienda conferma il proprio impegno nell’offrire soluzioni avanzate di virtualizzazione all’avanguardia rispetto al mercato.

Hitachi Data Systems ha annunciato una serie di progressi a livello di architettura e di virtualizzazione nel mercato storage midrange, tramite l’introduzione del controller Hitachi TagmaStore Network Storage Controller (NSC) 55. Il controller NSC55 è in realtà una versione “in miniatura” di TagmaStore Universal Storage Platform, basato sullo stesso microcodice e con tutte le caratteristiche software e di virtualizzazione che caratterizzano la piattaforma high-end. Infatti, gestisce regolarmente fino a 16 petabyte di storage eterogeneo collegato esternamente, compreso il supporto per i sistemi di storage high-end e midrange più aggiornati di EMC, IBM, Hitachi, HP, Sun e altri produttori. NSC55 include inoltre funzionalità NAS Blade, connettività mainframe e software WORM (Write Once Read Many) nativo basato su disco per la conservazione dei record non modificabili e la creazione di ambienti storage compatibili. Hitachi Data Systems è l’unico vendor che offre funzionalità WORM in ambiente mainframe, rendendo in questo modo il controller NSC55 ideale per sostituire i nastri ottici tipici del mainframe. Gli utenti possono ora utilizzare tecniche di virtualizzazione di grandi pool di storage per semplificare la gestione, ripartire le risorse di storage interne ed esterne per garantire la qualità del servizio delle applicazioni, movimentare i dati in modo dinamico e uniforme attraverso vari livelli di storage, effettuare copie tra storage diversi per ottenere la business continuity e spostare i dati mainframe allo storage basato su SATA per sostituire i costosi sistemi mainframe o il nastro non più in grado di ottimizzare tali dati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore