La voce dei servizi di Siemens

Workspace

Per giocare un ruolo di primo piano come service provider a tutto tondo
Siemens Business Services punta a una crescita sia per linee interne che
esterne. L’outsourcing è l’area di business su cui concentra la propria
attenzione.

Obiettivi ambiziosi quelli del nuovo management di Siemens Business Services, la realtà che all’interno del Gruppo Siemens offre soluzioni e servizi Ict. In Italia, entro fine 2007, intende aumentare la propria quota di mercato dal 2,8% al 5% e raddoppiare il fatturato, per passare dai 300 milioni di euro dell’esercizio 2003 ai 600 milioni. Come? Sia per linee interne che esterne, attraverso tre step principali: primo, aumentando la quota di mercato sui clienti attuali e andando a offrire le stesse capacità innovative su clienti simili (il tutto dovrebbe cubare intorno ai 100 milioni di euro di fatturato); secondo, effettuando grandi progetti di ousourcing, per una crescita di fatturato di circa 50 milioni di euro; terzo, compiendo operazioni di mergeacquisition (per un fatturato di 140 milioni di euro). Siemens Business Services è in grado di coprire tutta la catena del valore dell’It, dalla consulenza alla progettazione, per arrivare alla realizzazione, gestione e manutenzione delle infrastrutture informatiche anche in outsourcing in un’ottica multivendor, passando anche per lo sviluppo e la realizzazione di software, ha dichiarato Fabio Primerano, dallo scorso novembre responsabile Marketing Strategico e Business Development di Siemens Business Services. Il nostro vantaggio competitivo è quello di proporci come unico vero interlocutore che copre tutta la catena del valore dell’It. La realtà intende affermarsi maggiormente nei settori chiave che hanno tassi di crescita superiore a quelli del mercato, che danno un forte valore aggiunto ai clienti. In particolare, si focalizzerà sull’outsourcing, sia selettivo che globale (come gestione dei processi di business, il cosiddetto business process outsourcing) e sulla gestione delle applicazioni informatiche e sullo sviluppo e l’integrazione di nuove applicazioni (l’Application Management). I segmenti di mercato di principale presidio su cui la realtà ha forti competenze e dove si concentrerà maggiormente sono: le Telecomunicazioni, la Pubblica Amministrazione (in particolare quella Centrale), le Utilities. E in modo tattico si muoverà verso il mercato finanziario e altri mercati verticali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore