L’accento sarà ammesso nei domini Internet

MarketingNetworkProvider e servizi Internet
I domini.it aprono agli accenti @ shutterstock

Per i marchi si apre una nuova opportunità: cade il tabù degli accenti. È possibile registrare caffé.it e papà.it

Dopo il via libera al .azienda, Registro.it apre agli accenti. Sarà possibile registrare nomi accentati come Caffè.it oppure Papà.it. È inoltre possibile utilizzare caratteri tipici delle lingue francese e tedesca. Cadono gli ultimi tabù sul Web: sarà perfino possibile discernere fra parole differenti a seconda dell’accentazione, come il verbo Lèggere.it e l’aggettivo Leggère.it.

Dall’ 11 luglio l’anagrafe italiana della rete gestita dal Cnr apre agli accenti e ai caratteri delle lingue straniere come la ç di garçon.it. Una svolta che potrebbe internazionalizzare i domini.it ad altri bacini linguistici. Per i marchi è una nuova opportunità: “Questa doppia opportunita’, tecnicamente definita Internationalized Domain Names (Idn), apre la possibilita’ di registrare un dominio con estensione .it letteralmente uguale a molti nomi e marchi oggi esclusi da una sorta di digital divide linguistico“, ha affermato Maurizio Martinelli, responsabile Servizi internet e sviluppo tecnologico dell’Iit-Cnr.

L’introduzione dell’Idn mette il .it al passo con altri registri internazionali, promuove il dialogo interculturale e va incontro alle esigenze delle regioni italiane bilingue come Valle d’Aosta e Trentino Alto-Adige“.
Intanto il Registro.it ha aperto le registrazioni a tutti i Paesi dello Spazio economico europeo (See), quali Islanda, Norvegia e Liechtenstein, e allo Stato della Città del Vaticano, alla Repubblica di San Marino e alla Svizzera. E presto gli Idn verranno estesi alle 23 lingue ufficiali dell’Ue.

I domini.it aprono agli accenti @ shutterstock
<p>I domini.it aprono agli accenti</p>
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore