L’accordo fra Google e Yahoo! ha i giorni contati?

Autorità e normative

Settimana prossima il Dipartimento di Giustizia Usa deciderà se dare semaforo verde o rosso all’intesa fra i due motori di ricerca

Sta per arrivare il giorno della verità sull’accordo fra Google e Yahoo!. Settimana prossima il Dipartimento di Giustizia Usa deciderà se dare semaforo verde o rosso all’intesa fra i due motori di ricerca.

A pochi giorni dalle critiche degli inserzionisti e alle voci di interessamento dell’Antitrust Usa,l’accordo tra Google e Yahoo! ha trovato la ferma opposizione anche della World Association Newspapers (Wan). L’associazione ha definito negativa l’intesa fra i due big dell’advertising online (voluta da Yahoo! per resistere, e per ora evitare l’Opa di Microsoft). L’associazione ha scritto una lettera formale al Dipartimento di Giustizia Usa (DoJ). L’accordo potrebbe portare a una minor competizione, prezzi più alti e riduzione del fatturato.

La Association of National Advertisers (Ana) chiede l’intervento dell’Antitrust Usa sull’accordo fra Google e Yahoo!: l’Ana raccoglie 400 aziende che spendono 100 miliardi di dollari in marketing e advertising. Il Dipartimento di Giustizia dovrebbe dare il suo semaforo, verde o rosso, nelle prossime settimane. Finora Google si diceva ottimista. Per Yahoo! l’accordo è fondamentale per recuperare in profittabilità e scongiurare un nuovo assalto di Carl Icahn o di Microsoft.

Se l’accordo pubblicitario tra Google e Yahoo! dovesse essere bocciato dall’Antitrust, potrebbe perfino resuscitare il progetto di MicroHoo!.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore