Lacie Little Big Disk 200GB tripla interfaccia

Workspace

Questa unità offre un’elevata capacità di archiviazione in pochissimo spazio

Little Big Disk rappresenta un’ottima soluzione per trasportare con sé i propri dati di lavoro e disporre di un’unità veloce e affidabile. Il primo aspetto interessante di questo prodotto riguarda senza dubbio le dimensioni, estremamente compatte in rapporto alla capacità di 200 Gbyte. Lo chassis in alluminio è robusto e dà un’impressione di solidità. La struttura è infatti più pesante di quello che ci si potrebbe aspettare (circa 710 g), rispetto alle misure minime, di appena 140x85x40 mm. Non solo, la struttura in alluminio provvede al raffreddamento degli hard disk e di tutto il sistema in modo silenzioso e molto efficace. Il modello in prova fa parte della famiglia di hard disk Little Big Disk, caratterizzata da un case identico ma con capacità variabili e comprese tra i 160 Gbyte e i 320 Gbyte. Per poter raggiungere una simile capacità in così poco spazio, Lacie si è affidata a una soluzione Raid, che prevede la presenza di due hard disk identici, configurati in modalità Striping. Ciò permette di aumentare notevolmente le prestazioni complessive in fase di accesso e di lettura/scrittura di grossi file, come per esempio tracce audio e lunghe sequenze video. Proprio per questo L i t t l e B i g D i s k 200GB può essere una valida alternativa per espandere sistemi di video editing e di hard disk recording per la creazione di master audio. Le interfacce presenti per tutti i modelli della famiglia sono tre, a partire dalla più comune Usb 2.0, compatibile con lo standard Usb 1.1, a quella Firewire 1394a, capace di un massimo di 400 Mbps, oltre alla più veloce Ieee1394b, che consente di raggiungere gli 800 Mbps. Sul retro dell’unità sono allineati tutti i connettori necessari per ogni tipo di esigenza, uno per ciascun tipo, eccezion fatta per le due prese standard Firewire b. Sempre lungo il lato posteriore è presente il collegamento per l’alimentazione elettrica, fornita tramite un compatto alimentatore esterno a 12 V. Per essere operativi da subito, Lacie ha corredato la propria periferica di tutti i cavi necessari per ogni tipo di interfaccia, evitando così di doverli acquistare a parte. Una volta aperta l’unità è possibile notare l’ordine e la razionalità che hanno portato a ridurre in modo così drastico le dimensioni complessive dell’apparecchio. Una piccola staffa laterale si occupa di fissare i due hard disk, allineati uno sopra l’altro, e che a loro volta si agganciano al piccolo circuito stampato, che costituisce il nucleo di questo sistema. Per l’unità in prova sono stati scelti due dischi fissi Hitachi Travelstar HTS721010G9AT00, con capacità singola di 100 Gbyte e interfaccia parallela Udma/100. Little Big Disk 200GB è l’unico di questa famiglia di prodotti Lacie a disporre di hard disk con un regime di rotaz i o n e d i 7.200 giri al minuto, a differenza degli altri modelli, che integrano unità da 5.400 rpm. La gestione dell’array raid è affidata al bridge FW912 di Oxford Semiconductor, che integra un processore Arm a 32 bit e si occupa di gestire l’interfaccia Firewire e quella Atapi, con un data transfer sostenuto di 82 Mbyte/s. Il bundle software prevede, oltre alle utility Silverlining Pro, il programma di backup Lacie 1-Click, molto semplice da usare e sufficientemente versatile per la creazione di aree di salvataggio dati. Nonostante le interessanti soluzioni tecniche adottate e le buone prestazioni generali, ci sentiamo di esprimere qualche dubbio sul prezzo, decisamente alto. Soluzioni leggermente meno evolute e che fanno uso di un unico disco di pari capacità costano infatti la metà o anche meno. Pur valutando positivamente la silenziosità e il bundle software offerto dal Lacie, l’unità risulta più idonea per i professionisti degli studi di elaborazione audio e video, dove il fattore ?prezzo? può essere giustificato più facilmente rispetto all’utenza home, e dove questa periferica può dare il meglio di sé.

Votazione: 80

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore