LaCie Rugged Thunderbolt e USB 3.0

Stampanti e perifericheWorkspace
0 0 Non ci sono commenti

IN PROVA e SLIDESHOW – LaCie Rugged con Thunderbolt e USB 3.0 si propone come soluzione di riferimento per il backup dei dati in mobilità. Pensato per MacOs è possibile partizionarlo per l’utilizzo in ambienti misti

Pur considerata l’ampia diffusione dei servizi di storage in cloud, come Dropbox e OneDrive sui quali però si possono trasferire file con la velocità consentita dalla banda in upload (quindi generalmente limitata), il mercato dei dischi fissi portatili rappresenta una nicchia profittevole a seconda dell’originalità della proposta dei vendor, in un mercato globale che secondo IDC nel 2017 varrà 40 miliardi di dollari e i cui fattori critici di crescita saranno ancora le tecnologie e la velocità di trasferimento.

Il mercato in questo comparto infatti si gioca su quattro aspetti: tecnologia, velocità di trasferimento, capacità e i cosiddetti ‘plus’ di cui parliamo tra poco.

Per quanto riguarda il primo aspetto, sul mercato consumer la differenza è tra dischi esterni portatili con tecnologia magnetica e meccanica tradizionale, e quelli SSD, ma cresce anche il mercato di dischi con specifiche capacità intrinseche, o in ambito ‘rugged’ – e parliamo quindi di dischi in grado di sopportare urti, cadute, polvere e acqua – o in ambito sicurezza con sistemi software di crittografia per la sicurezza dei dati. Oppure di dischi con entrambe le caratteristiche.

LaCie Rugged Thunderbolt e USB 3.0
In evidenza il connettore Thunderbolt, con agganciato il cappuccio gommato di protezione delle interfacce

Per quanto riguarda la capacità oggi vale la pena di scegliere soluzioni da almeno 250 Gbyte, se non 500 Gbyte, e a partire da 16 Gbyte se si parla di dongle USB 3.0. Infine, poiché l’utente può assicurarsi una maggior velocità scegliendo l’interfaccia migliore di collegamento, oggi possiamo consigliare in questo segmento ‘pret a porter’ solo un disco USB 3.0 o Thunderbolt.

Lacie Rugged Thunderbolt e USB 3.0

In prova abbiamo la nuova versione di Lacie Rugged Thunderbolt e USB 3.0. La prima caratteristica che si fa notare è il design. Il disco è avvolto da una cornice gommata e spessa, appariscente, arancione, il cui design, come di consueto è quello di Neil Poulton. Nel profilo perimetrale della cornice è incastonato il cavo per il collegamento via Thunderbolt. Tolto il coperchietto volante (si può perdere, se lo si scollega anche dal cavo, tanto che nella confezione se ne trova un altro di riserva), si svela semplicemente la presa USB 3.0 alimentata e il connettore Thunderbolt. La protezione certificata IP 54 significa la sicurezza contro la penetrazione della polvere, dalle cadute e dagli urti da un’altezza di 2 metri e infine la protezione da gocce d’acqua, vapori e spruzzi.

Bene, ma per quanto riguarda l’acqua si poteva fare di più in modo da proteggere il disco anche da brevi immersioni, per esempio le cadute accidentali in bacini di acqua poco profondi. Il disco con il suo case in alluminio resiste a una tonnellata di pressione.

Quando si collega il disco (nel nostro caso ha la capienza di 500 Gbyte ed è SSD, ma è disponibile con capacità da 1 e 2 terabyte HDD oppure 250 Gbyte SSD), il Finder di MacOS X evidenzia l’icona per il setup. Il software cerca gli aggiornamenti online, poi interroga l’utente su come formattare il disco, lasciando scegliere l’equilibro tra le partizioni HFS+ per il Mac e la Fat32 per Win, Mac e Linux. Al termine ovviamente si vedranno dal punto di vista logico due dischi.

Di seguito viene proposta l’installazione della soluzione di Backup Intego Backup Assistant e la fondamentale applicazione LaCie Private Public per la crittografia dei dati. E infine il manuale utente. Senza dubbio la proposta Lacie si indirizza più all’utenza Mac che all’utenza Windows, se non altro proprio per la scelta di integrare del tutto la connettività Thunderbolt, allo stesso tempo è molto buona la possibilità di interoperare tra i sistemi operativi per il trasferimento dei file con USB 3.0.E veniamo alla velocità. Il trasferimento di un video in alta qualità di circa 10 Gbyte si completa in circa mezzo minuto, grazie anche al sistema SSD. Si tratta di un flusso di dati a quasi 390 Mbyte al secondo in condizioni ottimali.Ricordiamo che la tecnologia Thunderbolt fornisce due canali su un unico connettore e 10 Gb/sec in entrambe le direzioni, mentre Thunderbolt 2 permette trasferimenti fino a 20 Gb/sec. Il nostro disco funziona alla velocità di 10 Gb/s, con USB 3.0 a 5 Gbyte/s.

Il nostro consiglio, una volta scelta questa tipologia di prodotto è certamente di preferire il modello SSD se si pensa di operare di più in contesti di mobilità dove la velocità è fattore chiave, e di risparmiare invece con un HDD di maggior capienza (1-2 TB) se si pensa a un uso stanziale o a progetti di backup di una certa importanza.

LaCie Rugged Thunderbolt e USB 3.0 è disponibile al prezzo di 294,99 €, mentre le altre capacità saranno presto disponibili. Il prezzo è leggermente superiore alla nostra valutazione.

LaCie Rugged Thunderbolt e USB 3.0

Image 1 of 7

LaCie Rugged Thunderbolt e USB 3.0
Interfaccia USB 3.0 con alimentazione

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore