L’addio all’Hd Dvd visto dalle società di analisi

Workspace

iSuppli, In-Stat e Gartner commentano la vittoria del Blu-ray. La fine della sfida fa rima con una montagna di royalty? Per Gartner il Blu-ray dovrà competere con il mercato del download digitale e sarà meno remunerativo del vecchio Dvd. Anche Universal passa al formato vincente

L’addio all’Hd Dvd e la vittoria del Blu-ray finiscono sotto la lente delle società di analisi. Ecco cosa dicono iSuppli, In-Stat e Gartner.

Secondo Gartner, la fine della guerra per lo standard ad alta definizione, è una benedizione per i consumatori e per i produttori di hardware e contenuti digitali. Gartner esprime invece scetticismo sulla montagna di royalty di Sony: il Blu-ray potrebbe rivelarsi meno remunerativo del Dvd, poichè in futuro gli utenti potrebbero preferire il download all’acquisto di supporti fisici.

BetaNews ha infine chiesto a iSuppli e In-Stat cosa pensano della fine della guerra dei formati: ci sono veri benefici per gli utenti consumer?

Blu-ray Disc Association è il primo a beneficiare della vittoria del formato di Sony. In secondo luogo i consumatori, perché saranno meno confusi

e potranno in futuro godere delle promozioni di Sony

. Anche se i lettori Blu-ray sono calati grazie alla guerra dei prezzi sostenuta da Toshiba.

Inoltre i combo potrebbero sparire in uno o due anni. Toshiba forse entro un paio d’anni supporterà il Blu-ray: ora è troppo presto.

La vittoria del Blu-ray fa rima con una montagna di royalty, ma non è tutt’oro quel che luccica. Parliamo delle royalty che potranno essere chieste ai vendor dei Pc e ai produttori di consumer electronic per adottare i drive del formato di Sony. In poche parole: ogni volta che un drive esce dalla fabbrica, Blu-ray Disc Association incassa una royalty. Per i lettori Dvd legali, oggi i produttori pagano 4 dollari a player o drive, ai tempi d’oro tra i 15 e i 20 dollari a pezzo. Il blog di Cnet ha poi sottolineato che queste cifre vanno moltiplicate per circa 250 milioni di Pc all’anno.

Secondo Gartner il Blu-ray sarà meno monetizzabile e remunerativo del Dvd: il Blu-ray dovràvedersela con il mercato del download digitale. Il Dvd non ha avuto rivali per anni, il Blu-ray dovrà competere con l’era digitale. Le royalty non saranno così dorate, dunque.

Infine anche Universal abbandona l’Hd Dvd passa al formato vincente di Sony: Viacom, Paramount e DreamWorks Animation SKG non hanno ancora dato

l’addio a Toshiba.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore