I tablet nelle Pmi, +1000% entro il 2015

AziendeDispositivi mobiliManagementMercati e FinanzaMobility

Apple iPad 2 sta trainando il mercato tablet. Nelle Pmi la crescita del mercato tablet è addirittura a quattro cifre: AMI-Partners prevede un incremento del 1000% entro il 2015. Anche se oggi la penetrazione è bassa lo scenario potrebbe completamente cambiare già nel prossimo anno. L’adozione tablet nelle Pmi, grazie a questa crescita esponenziale, raggiungerà un market share fra il 30% e il 35% entro un quadriennio. Per ora a vincere è iPad e anche il Blackberry Playbook giocherà un ruolo minore perché la dimensione appare troppo piccola per le esigenze delle aziende medio-piccole. Ma il mercato Pc non deve preoccuparsi: il tablet è un device in più, che va a sommarsi, senza cannibalizzare le vendite notebook e desktop. Tablet e iPad non andranno in mano a tutti i dipendenti delle Pmi, ma solo a dipendenti selezionati (manager senior, venditori e lavoratori in mobilità)

Gli Stati Uniti hanno adottato prima i tablet e ora segue a ruota l’Europa. Secondo AMI-Partners nelle Pmi la crescita del mercato tablet sarà esplosiva, a quattro cifre, con un incremento del 1000% entro il 2015. Attualmente Usa ed Europa detengono insieme il 70% del mercato tablet nelle Pmi. Ma il tablet va visto come dispositivo complementare, come lo smartphone (a cui si può paragonare per il prezzo): senza pericolo di cannibalizzazione, visto che le Pmi mantengono desktop e notebook, ma offrono iPad e tablet a impiegati di punta (manager senior, venditori e lavoratori in mobilità). Probabilmente sconteranno l’invasione dei tablet i netbook, che però sono penetrati di più in un altro segmento del mercato, quello consumer.

L’early adoption è avvenuta in alcuni settori precisi: sanità, servizi professionali, turismo e media. La consumerization dell’IT avviene soprattutto nelle Pmi, dove i comportamenti consumer fanno prima breccia.

Secondo AMI il prezzo globale dei tablet calerà del 50% entro il 2013.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore