L’affare Comcast – Time Warner Cable è finito su un binario morto

Autorità e normativeNormativa
Addio di Comcast alla fusione con Time Warner
2 0 Non ci sono commenti

L’addio alla fusione da 45.2 miliardi di dollari fra Comcast e Time Warner Cable, è stato causato dal dibattito sulla Net neutrality. Il ruolo dell’opposizone di Netflix

Il merger dell’anno è finito su un binario morto. L’addio alla fusione da 45.2 miliardi di dollari fra Comcast e Time Warner Cable, è stato causato dal dibattito sulla Net neutrality.

Sull’abbandono della fusione hanno pesato anche le pressioni esercitate dal Congresso americano, dopo che il Dipartimento di Giustizia aveva ravvisato rischi di monopolio.

Addio di Comcast alla fusione con Time Warner
Addio di Comcast alla fusione con Time Warner

Le autorità di controllo USA hanno espresso parere negativo sull’operazione, che avrebbe potuto alzare i costi di servizio.

Tutte queste motivazioni hanno costretto Comcast a staccare la spina sul merger, che avrebbe condotto alla nascita di un colosso di Pay-tv da 30 milioni di abbonati. Ma la fusione avrebbe portato alla nascita di un monopolio in grado controllare dal 40 al 57 per cento dell’accesso pubblico alla banda larga.

Ma nell’addio al merger, hanno pesato anche il ruolo della Net Neutrality e l’opposizione di Netflix, il colosso della Tv via streaming, oltre alle proteste contro la fusione da parte delle associazioni che costituiscono le società americane nel settore dei media e delle comunicazioni.

Conoscete la Net Neutrality? Misuratevi con Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore