L’alta definizione: un mercato da quasi 500 milioni di euro

Workspace

Secondo i dati forniti dalla società di analisi GfK, in Italia nell’ultimo
anno il mercato dell’alta definizione è cresciuto del 3,7%.

L’alta definizione in Italia vale poco meno di 500 milioni di euro. Secondo l’indagine condotta da GfK, il comparto nell’ultimo anno ha generato vendite per 492 milioni di euro, pari al 9% del mercato totale dei beni durevoli di consumo rilevati (18 miliardi, + 4.7% rispetto l’anno precedente). Nei primi mesi del 2007, gennaio/aprile, le vendite si sono attestate a quota 5.5 miliardi di euro (GfK PanelMarket) registrando un incremento del 3.7% rispetto al medesimo periodo 2006. Da questi dati, precisa l’analista, sono escluse le vendite di film Dvd in Hd/Blue Ray. Antonio Besana, business director di Gfk Marketing Services Italia precisa che ??oltre il 28% delle vendite in valore, ma solo il 2.3% a quantità, nei primi quattro mesi dell’anno è stata sviluppata dalla PS3??. E’ doveroso pertanto leggere questi dati con cautela , perché ??Per il suo elevato peso a valore, ma marginale in quantità, distorce in qualche modo l’analisi del fenomeno?. La stessa analisi fatta sui prodotti hardware senza la PS3 mostra un mercato dei rimanenti prodotti Hd pari a 750 milioni di euro, distribuiti su 2 milioni di unità. All’interno di questo comparto (Lcd Tv, plasma Tv, Dvd, camcorder), l’alta definizione costituisce il 22% a quantità e il 62% a valore, in gran parte determinata, per quasi il 90% (l’85% a quantità) dalle vendite sviluppate dai Tv Lcd Hd. Se si escludono i Tv Lcd, l’impatto dell’alta definizione sulle vendite dei prodotti hardware è ancora marginale, afferma GfK, determinato in gran parte dalle Tv al plasma.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore