L’alto valore aggiunto secondo Ready Informatica

Aziende

?Non aspettiamo che il mercato ci chieda qualcosa, interveniamo in anticipo
per dire al mercato che proponiamo prodotti che davvero servono per risolvere i
problemi, e che fanno risparmiare sui costi di gestione dell’It?, ha spiegato a
CRN Domenico Lorefice, Presidente di Ready Informatica

Con Citrix che ha ampliato il proprio portafoglio di prodotti e soluzioni in seguito a recenti acquisizioni, Softricity che, dopo essere stata acquisita da Microsoft, vuol proporsi con più forza sul mercato italiano, con nuovi accordi di distribuzione siglati con vendor di sicurezza informatica (SecurWave, Winmagic Data Security, eEye Digital Securit), Ready Informatica, il distributore di Barzanò (Lecco), specializzato nelle tecnologie di infrastruttura di accesso e di virtualizzazione si è presentato a Smau 2006. Anche le soluzioni Packeteer per la tecnologia WAFS, ThinPrint per la gestione delle stampe, RES (Real Enterprise Solutions) per la gestione semplificata di utenti e desktop hanno avuto spazio durante l’evento; il tutto, per far conoscere a partner di canale esistenti e potenziali nuove opportunità di business. Proprio a Smau, Domenico Lorefice, Presidente di Ready Informatica ha descritto a CRN la società, i suoi obiettivi e i progetti per il futuro.

CRN: Chi è Ready Informatica e in cosa si differenzia? Domenico Lorefice: Ready Informatica è sul mercato dal 1984, continuiamo a esserci, la nostra presenza è percepita come sicurezza dai nostri clienti. Ci distinguiamo per la capacità di introdurre sul mercato nuove tecnologie; devono essere tecnologie che ci devono piacere, impegnative dal punto di vista del valore aggiunto che devono dare, remunerative per noi e i nostri Var. Ci piace definirci ?distributori ad alto valore aggiunto’, in quanto siamo diversi dai distributori generalisti che vendono a catalogo ma alla merce non aggiungono nient’altro. Siamo diversi anche dai tradizionali Vad, che accanto ai prodotti propongono ai rivenditori supporto prevendita, supporto postvendita e addestramento, ma spesso hanno un atteggiamento reattivo nei confronti del mercato, ossia il mercato chiede e loro rispondono. Noi vogliamo distinguerci per atteggiamento propositivo, proattivo. Non aspettiamo che il mercato ci chieda qualcosa, inte rveniamo in anticipo per dire al mercato che proponiamo prodotti che davvero servono per risolvere i problemi, che possono essere usati con facilità e che fanno risparmiare sui costi di gestione dell’It. Importanti nella nostra strategia sono anche le sinergie create con vendor europei, in Francia, Olanda, Norvegia… Con queste realtà condividiamo le tecnologie; l’intenzione è di trovare sempre nuovi prodotti che si accordino con quelli che abbiamo in una politica di alto valore aggiunto, strategica per noi e per i vendor.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore