L’ambiente di lavoro virtuale piace alle banche

Management

Osservatorio Abi Lab: le Intranet delle banche diventano community e
strumenti di lavoro collaborativo

L’Osservatorio Intranet Banche di Abi Lab e School of Management del Politecnico di Milano ha presentato uno studio che ha coinvolto 50 banche per analizzare lo stato e l’evoluzione delle loro Intranet, approfondendo tre ambiti di forte interesse: lo sportello web, i sistemi di content e document management e gli strumenti di community e collaboration.

Nel complesso il campione è rappresentativo di circa l’80% del sistema bancario italiano per numero di dipendenti. Le Intranet delle banche stanno diventando ambienti a supporto di tutti i processi aziendali. Rispetto a quanto rilevato lo scorso anno si assiste, infatti, ad un allargamento progressivo dell’ambito della Intranet in termini di livello di supporto ai processi e di base di utenza raggiunta: aumenta in particolare il grado di copertura dei processi marketing, commerciale e customer service che, insieme ai tradizionali processi di supporto, risultano quelli maggiormente coperti da servizi e contenuti della Intranet (87% dei casi). Rimangono ancora parzialmente supportati i processi direzionali e di operations (rispettivamente 67% e 47% dei casi).

Nella ricerca 2006 è stato deciso di approfondire il tema dello sportello web, inteso come ?insieme di applicazioni orientate al web, ad uso del personale di filiale, che supportano in maniera integrata i processi operativi e commerciali?. Nel campione delle 16 banche dell’Osservatorio, 9 hanno già lo sportello web attivo e 4 sono in fase di progettazione. Solo 3 banche mantengono lo sportello con tecnologie tradizionali con motivazione legate a recenti rivisitazioni dell’architettura client/server o alla presenza di differenti priorità strategiche. Dal punto di vista organizzativo l’introduzione dello sportello presenta molti vantaggi percepiti, come ad esempio la semplicità di utilizzo, l’usabilità e la maggior flessibilità offerta dall’interfaccia web; dal punto di vista tecnologico le spinte all’adozione possono essere ricondotte alla crescente disponibilità sul mercato di applicazioni web e all’indipendenza dalla piattaforma client.

La diffusione sulle Intranet di strumenti di community e collaboration , oltre a rispondere ad un fenomeno di grande visibilità a livello internazionale, è un ulteriore e significativo segnale dell’evoluzione delle Intranet verso strumenti di ?organizzazione in rete?. Gli strumenti maggiormente diffusi sono quelli asincroni (mailing list, forum), meno gli strumenti di natura sincrona come chat ed instant messaging, che sembrano tuttora incontrare diffidenze e pregiudizi nell’introduzione in banca, richiedendo un maggiore livello di maturazione organizzativa. I più utilizzati sono quelli orientati al lavoro collaborativo, come condivisione documenti e agende, spazi di lavoro virtuali, e gestione progetti.

Quanto ai sistemi di gestione dei contenuti e della documentazione, s olo metà del campione analizzato dall’Osservatorio presenta un unico sistema di content & document management integrato e di questi solo in 2 casi l’integrazione è estesa anche alla gestione documentale per Internet ed Extranet.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore