L’Angola vince la Coppa del mondo degli spyware

Sicurezza

Analizzati siti che offrono screensaver dedicati a calciatori e formazioni:
quelli associati alla quadra africana sono pericolosi nel 24% dei casi

Se la Coppa del mondo di calcio si giocasse a colpi di spyware, sarebbe l’Angola a vincere. Infatti, secondo la personalissima classifica stilata per l’occasione da McAfee, il Paese africano rappresenta la ‘squadra’ più pericolosa al mondo, almeno per quello che riguarda le pagine trovate attraverso il motore di ricerca Google che indirizzano verso screensaver associati alle formazioni ora in Germania. Il codice contenuto spesso è pericoloso e l’Angola, in questo caso, è in testa con il 24% di siti trovati che scaricano sul pc dell’utente ignaro adaware e spyware. Al secondo posto Brasile e Portogallo, rispettivamente con il 17.2% e il 16.2%. Il giocatore più pericoloso da ricercare è Luis Mamona Joao ‘Lama’ dell’Angola, con il 45% di risultati nella prima pagina che dirigono su siti discutibili. I tifosi di star del calcio come Beckham e Ronaldinho che effettuano ricerche on line sui loro idoli vanno incontro al 30% di possibilità di finire su siti web a rischio. L’Italia rappresenta un pericolo per il 12.7%, mentre a chiudere al decimo posto la classifica la Francia, con il 10,8%. Il team McAfee SiteAdvisor ha effettuato una ricerca tramite Google per ciascuno dei 736 giocatori della Coppa del Mondo, aggiungendo la frase ‘World Cup Screensaver’ alla ricerca. Poi ha incrociato i risultati di Google con il database di SiteAdvisor che include i risultati di sicurezza relativi a spyware e spam per oltre 3.8 milioni dei siti web più popolari. C’è da sperare che la classifica stilata da McAfee resti limitata al settore della sicurezza, mentre quella ottenuta dagli scontri sul campo rispecchi ben altro ordine.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore