L’antifurto di Intel Sandy Bridge fa discutere

ComponentiMarketingWorkspace

L’architettura Sandy Bridge sarà al centro del keynote di Intel al Ces 2011 a Las Vegas. Trapelano indiscrezioni sulla controversa tecnologia Anti-Theft 3.0

L’architettura Sandy Bridge di Intel sarà al centro del keynote di Intel al prossimo Ces 2011. Ma già la Rete chiacchiera della tecnologia “Anti-Theft 3.0” in grado di disabilitare il processore da remoto, anche a PC spento e senza la connessione di rete.

L’antifurto di Intel Sandy Bridge fa discutere: la terza versione di Anti-Theft, integrata nel microprocessore centrale, si comporterà come un “kill switch” con cui disabilitare la CPU da remoto, senza la necessità di una connessione a Internet o senza dover accendere il sistema.

Intel rassicura gli utentiu definendo Anti-Theft un antifurto per salvaguardare i dati digitali degli utenti nel caso di smarrimento o furto del notebook. Ma già il concetto di “kill switch” in iPhone e Android ha destato preoccupazioni negli utenti, tanto più oggi una tecnologia così potente dentro un Pc sembra invasiva agli occhi degli utenti.

Segui il Ces 2011 su Blog Eventi di Net Media Europe

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore