L’antipirateria di Sony è insicura

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

F-Secure accusa il rootkit installato dai Cd di Sony di aprire le porte ai malware. Il colosso nipponico risponde con una patch al suo Drm pericoloso

Doveva essere solo un Drm ovvero una tecnologia di Digital Rights Management. Invece il blogger Mark Russinovich

ha scoperto che il programma antipirateria di First 4 Internet è una vera e propria insidia, in grado di aprire vulnerabilità nei Pc degli utenti e nascondere eventuali malware scritti da virus writer. First 4 Internet, sotto accusa insieme a Sony Bmg per aver messo in pericolo i computer degli utenti, ha a sua volta risposto rilasciando una patch. Rimane il fatto che il Drm di Sony, realizzato da First 4 Internet, sfrutta una rootkit, uno strumento da autori di virus, che non è un malware in senso stretto, ma compromette la sicurezza dei Pc. La patch, in distribuzione presso i fornitori di Antivirus, impedirà al rootkit di nascondersi. Ma l’antipirateria non verrà eliminata, otterrà soltanto visibilità e smetterà di nascondersi. I dubbi quindi non sono del tutto fugati.F-secure ha descritto nei dettagli il problema legato al Drm di sony: www.europe.f-secure.com/v-descs/xcp_drm.shtml .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore