L’Antitrust contro i mainframe di Ibm

Autorità e normativeNormativa

Il Dipartimento di Giustizia Usa mette sotto la lente il business dei mainframe di Ibm. Per comportamento anti concorrenziale

Il Dipartimento di Giustizia Usa ha messo nel mirino il business dei mainframe di Ibm, per comportamento anti concorrenziale.

Secondo la CCIA (Computer and Communications Industry Association) IBM sarebbe l’unico player nel mercato mainframe.

Stando a quanto riporta AP , IBM coopererà per stabilire la verità nel nuovo capitolo Antitrust, che questa volta vede Big Blue imputata.

A supportare Ccia, sono Microsoft e Oracle, concorrenti di IBM. Ma dietro c’è anche una causa di T3 Technologies , piccolo vendor, che a gennaio aveva presentato il suo caso contro IBM in Europa. Poi aveva portato Ibm in tribunale negli Usa. T3, che ha perso in primo grado, ha annunciato appello.

Il mercato mainframe, che dagli anni ’90 ha visto nuovi ingressi come Hitachi e Fujitsu, da tempo è di nuovo dominio di Ibm: ma T3 Technologies non ci sta. A gennaio scriveva The Inquirer : T3 “che produce mainframe ha infatti citato in giudizio davanti all’Antitrust dell’Unione Europea, IBM affermando di essere stata buttata fuori dal mercato in Europa dopo che Big Blue si è rifiutata di vendere ai suoi clienti il sistema operativo per far girare le sue macchine“.

Leggi The Inquirer: Anche IBM davanti all’Antitrust europeo

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore