L’Antitrust indaga su Sky Italia

Autorità e normativeNormativa

L’istruttoria viene avviata intorno all’accusa di abuso di posizione dominante

A settembre Sky Italia è finita nel mirino dell’ AgCom , ora dell’Antitrust. L’Antitrust indaga su Sky Italia e ha avviato un’istruttoria, centrata sll’accusa di abuso di posizione dominante.

L’istruttoria, notificata a Sky nel corso di ispezioni avvenute in collaborazione con le Unità Speciali della Guardia di Finanza, è stata avviata alla luce di una denuncia pervenuta dalla societàConto Tv, emittente televisiva che trasmette programmi a pagamento sulla piattaforma satellitare, su internet e, limitatamente ad alcune aree del territorio, sul digitale terrestre” spiega una nota.

Invece a settembre Agcom aveva ordinato a SKY, di adeguare, entro 60 giorni, le Condizioni generali d’abbonamento, addebitando all’abbonato che esercita il recesso un importo complessivo non superiore alla somma tra il corrispettivo pagato da Sky agli Sky Service per il ritiro del singolo decoder e i corrispettivi pagati da Sky alla società fornitrice di servizi di logistica integrata per il recupero del decoder presso gli Sky Service, nonché per il suo invio al CAT ed il successivo trasporto ai magazzini Sky: un importo di 11 euro.

Il tutto aveva avuto inizio da una dettagliata richiesta di sanzionamento nei confronti di SKY, fatta da Adiconsum all’Agcom nel giugno 200 7 per mancato rispetto della legge Bersani e più volte sollecitata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore