L’Antitrust russo mette sotto la lente il monopolio Microsoft

Autorità e normativeNormativa

Dopo il braccio di ferro con l’Unione europea, Microsoft deve affrontare quello con la Russia

A Microsoft forse non bastava il nuovo conflitto Antitrust su Internet Explorer con l’Unione europea; ora dovrà affrontare anche un braccio di ferro con la Russia.

Con la recessione, Forrester aveva predetto il ritorno dei regolatori: ora ne abbiamo le prove, se anche l’Antitrust russo mette sotto la lente il monopolio Microsoft.

A irritare i russi è il traumatico passaggio da Windows XP a Vista, con forte restrizioni. L’Antitrust intravede un comportamento monopolistico, perché la domanda per Xp rimane forte, anche se Microsoft lo sta dismettendo anche in Russia.

L’authority russa vuole anche verificare se Microsoft stia usando la leva del prezzo, per trainare le vendite di Vista contro Xp.

Il nodo fra Microsoft e Opera, nel mercato browser, verrà forse al pettine dell’Antitrust europeo fra alcune settimane.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore