L’antivirus da solo non basta

Sicurezza

I programmi di protezione devono essere costantemente aggiornati ma, in base
a una ricerca, sembra che quasi nessuno ci pensi

La ricerca condotta da Harris Interactive conferma ciò che gli esperti in sicurezza informatica sottolineano da tempo: I navigatori non fanno attenzione all’utilizzo e soprattutto all’aggiornamento dei programmi anti-malware. Anche se il 90% circa dei navigatori dispongono correttamente di un programma anti-virus, almeno due terzi di loro sono pigri nell’aggiornare i software una volta installati. Ciò che più preoccupa è che dalla ricerca è emerso che il 65% di coloro che utilizzano regolarmente software anti-virus e anti-spyware non aggiornano con frequenza questi programmi. Fra le ragioni addotte dagli intervistati,il 38% ha risposto che è una attività troppo complessa per ciò che di solito loro fanno al Pc, il 32% che non è così urgente, il 27% che impegnerebbe troppo tempo e il 14% che non è capace di farlo. Gli utenti continuano a procrastinare questi necessari interventi dei propri dispositivi di sicurezza, anche se il 42% di loro ha ammesso che le proprie macchine sono state colpite da un malware. In generale comunque emerge un falso senso di sicurezza alimentato dalla semplice presenza dei software di protezione, che alla fine induce a rimandare continuamente le indispensabili operazioni di aggiornamento.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore