Larry Page da oggi è Ceo di Google

AziendeCloudFormazioneManagementMercati e FinanzaServer
Larry Page, Ceo di Google, investe in Calico, azienda di salute e benessere

Larry Page al posto di Eric Schmidt. Quali sfide attendono il co-fondatore di Google nell’era di Mobile, cloud computing e social network

Ritorna il co-fondatore di Google Larry Page a capo del colosso di Mountain View. Da oggi Larry Page è al timone di Google al posto di Eric Schmidt. Larry Page trova una Google che sfiora i 30 miliardi di dollari di fatturato (29.32 miliardi di dollari contro i 23.65 miliardi di dollari del 2009), una consolidata prima posizione nella ricerca online (con l’advertising), l’avanzata inarrestabile del browser Chrome e il successo di Android, il sistema operativo mobile che si avvia a essere la prima piattaforma di smartphone. Ma le sfide sono tante: il sorpasso di Facebook su Google è avvenuto (sia come traffico che come ricavi del display advertising); la ricerca di una strategia social da contrapporre a Facebook; i guai Antitrust della BigG (nella UE a causa delle recenti e vecchie accuse di Microsoft; e negli Usa per via dello stop all’acquisizione di ITA Software); dare maggiore concretezza a Honeycomb nel mercato tablet per contrastare Apple con maggiore aggressività (magari con un gPad ovvero Google Nexus Tablet); fondere un giorno Android con Chrome Os; il “capitolo Cina” (dove Baidu ha “stracciato” Google e dove si appreesta a sfidare Chrome nel mercato browser).

Termina così il “triumvirato” con Schmidt come leader e Page e Brin come presidenti. Schmidt continuerà ad agire come advisor nei confronti di Larry e Sergey, due giovani (38 e 37 anni) che, nella classifica dei Paperoni di Forbes, sono all’undicesimo posto con 15 miliardi di dollari di patrimonio. Larry Page ha il compito “di riportare in Google lo slancio iniziale, l’entusiasmo, l’aria coinvolgente da start up“, un compito non facile, quando i dipendenti di Google sono passati dai 200 iniziali ai di oggi 24.000. L’altro co-fondatore, Sergey Brin, si focalizzerà su progetti strategici e nuovi prodotti. Google, che nel cloud computing e nel mercato Saas è stata pioniera, deve trovare il modo di esere meno dipendente dal Web, e rendere profittevoli Android e i suoi business cloud e mobile.

Dì la tua nel Blog Café: In Google è l’ora di Page

L. Page e S. Brin di Google
L. Page e S. Brin di Google
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore