L’Athlon 64, cuore dei "media center"

Management

Amd sta lavorando per far diventare il suo chip a 64 bit l’elemento indispensabile per le applicazioni consumer dei nuovi Pc multimediali per uso casalingo.

Le dichiarazioni sono ufficiali e arrivano per voce di John Crank, product manager di Amd, che si occupa dell’Athlon 64. Secondo le sue dichiarazioni, la società sta lavorando per far sì che il proprio processore a 64 bit, venga utilizzato nei nuovi computer media center, cioè all’interno dei computer dedicati all’utilizzo multimediale degli utenti domestici. Sono in corso trattative sia con Hp che con Gateway per sviluppare questo tipo di soluzioni, al cuore del quale lavorerà il processore di Amd. Secondo Intel, la tecnologia a 64 bit non porterà grandi vantaggi agli utilizzatori privati, ma sta comunque lavorando su un Pentium 4 con estensione a questa tecnologia (Extended memory 64 technology), il cui rilascio dovrebbe avvenire entro agosto. Amd ha già ricevuto numerosi appoggi per il proprio processore a 64 bit, tra cui importanti aziende del mondo dei videogiochi, come Valve ed Epic Games, mentre è in trattativa con altre, tra cui Ubisoft e Atari. La sua strategia è comunque strettamente legata al lancio della nuova versione a 64 bit del sistema operativo Windows Xp, che dovrebbe avvenire entro l’anno, salvo imprevisti. Per molti esperti, i punti di maggior forza della nuova tecnologia a 64 bit, non risiedono tanto nella tecnologia in sé stessa, bensì nelle nuove funzionalità e nell’architettura di base, che renderebbero maggiormente performanti le soluzioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore