L’azienda supera il confine

Aziende

La storia di Pedrazzoli Ibp è comune a molte aziende manifatturiere italiane: passaggio generazionale e delocalizzazione costringono a cambiare ed effettuare scelte difficili ma necessarie.

Trilla il telefono nella grande e colorata sala riunioni della Pedrazzoli Ibp, società attiva da più di 55 anni nel settore metalmeccanico. Siamo a Bassano del Grappa, in una tipica azienda manifatturiera italiana che produce macchine per il taglio, la deformazione e la curvatura dei metalli. Parliamo con Roberto Cian Seren, responsabile marketing dell’azienda, per cercare di delineare la natura di questa impresa, scoprendone le peculiarità che la caratterizzano. “La nostra azienda è legata alla produzione di macchine utensili, in particolare alle soluzioni tecnologiche per la lavorazione di tubi e profilati, che nel nostro caso si concretizza in impianti per il taglio e la modifica del metallo – spiega Cian Seren gesticolando in modo molto descrittivo. La società è nata dalle grandi capacità progettuali e intuitive del fondatore Walter Pedrazzoli che ha fatto di queste doti il perno per la crescita tecnologica e produttiva dell’azienda”. Dino Bizzotto, amministratore della società, risponde al telefono, dall’altra parte del filo a più di 800 chilometri di distanza c’è Antonio Pedrazzoli, uno dei figli del fondatore che ormai da diversi anni ha preso in mano la direzione della società. Chiama dall’azienda rilevata in Slovacchia, nella cittadina di Galanta, dove lavorano 170 addetti. A Bassano del Grappa è rimasta la “testa”della società con 60 dipendenti in maggioranza impegnati in attività di amministrazione e vendita,mentre la parte restante si occupa delle personalizzazioni necessarie agli impianti più grandi. Nel 2004 Pedrazzoli Ibp ha avuto un fatturato di circa 13 milioni di euro, più o meno la metà della produzione va all’estero, dove l’azienda è presente con sei filiali commerciali. Dati comuni a molte aziende italiane del settore metalmeccanico su cui è stato costruito buona parte del benessere della nazione nella seconda metà del Novecento. L’articolo continua sulla rivista PMI n.12

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore