Le ambizioni di Windows 10 nel mercato smartphone

Mobile OsMobility
Le ambizioni di Windows 10 nel mercato smartphone
0 0 Non ci sono commenti

Windows Phone lascia in eredità una quota sotto al 3% nel mercato smartphone. Lontano da Android e Apple iOS. Le aspettative di Windows 10 nel Mobile

Windows Phone lascia in eredità una quota sotto al 3% nel mercato smartphone, ma Windows 10 gira già su 14 milioni di device. Secondo Strategy Analytics, la cinese Huawei ha però superato Microsoft al terzo posto del mercato cellulari. Ora cerchiamo di analizzare le potenzialità e le ambizioni del nuovo Windows in ambito Mobile.

Microsoft ha licenziato 18 mila dipendenti un anno fa e 7800 ora (in gran parte ex Nokia), per sottolineare il flop dei Lumia. Le aspettative di Windows 10 nel Mobile non mancano, ma bisogna dire che la nuova versione riparte lontano da Google Android e Apple iOS. Secondo Strategy Analytics, Android vanta circa l’80% contro il 14,1% di iOS.

Le ambizioni di Windows 10 nel mercato smartphone
Le ambizioni di Windows 10 nel mercato smartphone

Il mercato smartphone ha archiviato il secondo trimestre, in crescita dell’11,6%, ma a trainare sono i dispositivi low-cost, i modelli salva-budget, più che i modelli top di gamma. Proprio ora che il Ceo Satya Nadella ha dichiarato che Microsoft si focalizzerà su un paio di smartphone di fascia Premium, dove l’azienda di Redmond è assente da tempo.

Microsoft però non è un parvenu, ma è pioniere del mercato smartphone ai tempi di Windows Mobile, quando non c’erano Apple e il Blackberry, ma Palm e Windows. Ma Windows Phone, lanciato nel 2010, deluse e l’acquisizione di Nokia nel 2014 è finita come abbiamo visto: 25 mila esuberi e 8.4 miliardi di dollari di write-off. Il tutto per meno del 3% di matket share. Un bagno di sangue.

Le società d’analisi si interrogano sul futuro di Windows 10 nel mercato smartphone. Endpoint Technologies Associates afferma che se Microsoft compirà altri errori, non riuscirà a recuperare terreno.

Il CEO Satya Nadella ha ribadito che Microsoft, nonostante i tagli, non rinuncia al mercato smartphone. L’azienda di Redmond continuerà a realizzare dispositivi low-cost, smartphone per utenti business e gli ambitissimi flagship, i top di gamma che fanno tanto status-symbol: tutti Lumia e sempre Lumia? Vedremo, non sarebbe davvero una mossa sbagliata anche in questo caso un rinnovamento di immagine.

Nadella vuol dire che il mercato smartphone è critico per Windows 10, che spazia dai tablet ai convertibili e 2-in-1, dai Pc, dalla console di gioco alla Wearable Tech (come gli occhialini Holoclens), senza dimenticare gli smartphone.

Nadella desidera un vibrante ecosistema Windows. Per gli sviluppatori sarà facile scrivere apps un’unica volta ed esse funzioneranno su qualsiasi device su cui gira Windows 10. Gartner lo definisce un approccio pragmatico. Le apps, grazie a Continuum, gireranno anche su ampi schermi: la fuzionalità Continuum sulla nuova versione dell’OS, trasforma anche tablet e smartphone in microcomputer. È sufficiente connettere i device mobili con mouse, tastiera e cavo HD perché Windows adegui le dimensioni dello schermo a quelle del monitor esterno, per agire come se fosse un Pc con Windows 10.

Grazie a Continuum, Microsoft potrebbe posizionare Windows 10 come l’anello mancante, per gestire task che i competitor non sono in grado di portare avanti, e non solo la terza piattaforma nel Mobile. Secondo Gartner, Microsoft deve puntare su funzionalità uniche per farsi largo nell’arena Mobile.

Ma c’è del metodo nella strategia di Nadella, secondo Cnet. Microsoft offre Word, PowerPoint ed Excel gratis anche per i possessori di dispositivi con software Apple iOS e Google Android. Se un utente usa Word su iPhone, è più disponibile ad abbonarsi a Office 365. In fondo, l’approccio è un’estensione del modello “freemium”. Con 3 milioni di nuove sottoscrizioni Office 365, Microsoft ha totalizzato un parco clienti pari a 15.2 milioni di utenti.

Microsoft, però, cosa dovrebbe fare con i Lumia? La verità è che il business degli smartphone non è morto: Microsoft ha venduto 8.4 milioni di Lumia nell’ultimo trimestre e decine di milioni di telefonini non-Lumia nella fascia low-end del mercato. Un numero significativo di utenti di Windows Phone si aspettano un supporto da Microsoft, soprattutto sul versante apps.

Alla Build Conference di aprile, Microsoft ha promesso agli sviluppatori di apps per iOS ed Android di poter portare le loro applicazioni su Windows in modo facile ma abbiamo esempi eclatanti che dimostrano che questo approccio non sempre è vincente: ‘quanto terreno perso ha recuperato BlackBerry con le app da Amazon Store? Nulla. Snapchat non è ancora disponibile su Windows Phone.

Nonostante tanti flop, l’inerzia ha incatenato Microsoft al mercato smartphone. L’azienda di Redmond ora deve trovare un paio di ragioni valide per rimanerci. Il Mobile è il futuro. Ma per restare nel mercato smartphone, bisogna avere belle e valide apps. Un ecosistema vibrante, direbbe il Ceo Nadella. È giunta l’ora di dimostrarlo.

Sapete tutto di Windows 10? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Guida – Tutorial a Windows 10

– Pagina Windows 10 Q&A

– Come ottenere una copia gratuita di Windows 10

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore