Le aziende a Forum PA

Autorità e normative

Ibm, Amd, Microsoft, Accenture e Hewlett Packard partecipano alla
manifestazione romana

Il Forum PA 2006 ha aperto i battenti. Il tema portante della manifestazione è la relazione tra la Pubblica amministrazione, i cittadini e le imprese attraverso le nuove tecnologie: la mostra convegno promuove infatti un confronto diretto ed efficace tra Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, imprese e cittadini sul tema della qualità dei servizi e dell’efficienza dell’azione pubblica. Tra le aziende partecipanti, ci sono Ibm, Amd, Microsoft, Accenture e Hewlett Packard. All’interno della propria area (Pad. 24, Stand 12B) Amd presenterà soluzioni server e client dei maggiori produttori internazionali basate sulla tecnologia AMD64, in grado di soddisfare le necessità della Pubblica Amministrazione italiana. Durante i cinque giorni di manifestazione, Amd ospita presso il proprio stand alcuni tra i più importanti vendor software internazionali, che dimostrano come le loro soluzioni per la pubblica amministrazione offrono un vantaggio competitivo quando utilizzate su piattaforme AMD64. Amd partecipa anche al convegno ?Le linee guida sulla qualità delle forniture ICT: evoluzione ed applicazione ? (10 Maggio alle ore 15.00 presso la Fiera di Roma). Microsoft, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha invece organizzato il convegno ?La scuola digitale come motore di ricerca ? Opinioni a confronto su tecnologie, competenze e didattiche ?. Inoltre Microsoft,con Accenture e Hewlett Packard, presenta PA@lfemminile, il portale per le donne nella Pubblica amministrazione. PA@lfemminile rappresenta un luogo di incontro virtuale e formazione. L’obiettivo è di valorizzare il ruolo delle donne nella PA ed arricchirne la professionalità attraverso la familiarizzazione con una dimensione del sapere/potere ancora tipicamente maschile, per facilitare la conciliazione tra lavoro e vita privata. Il progetto risponde ad una serie di problematiche specifiche che influiscono negativamente sul percorso di carriera e di crescita professionale delle donne all’interno della Pubblica Amministrazione e accrescono la fatica quotidiana della gestione del doppio ruolo tipicamente femminile. Il portale punta sull’accessibilità e rende disponibili, inoltre, strumenti quali la videocomunicazione, per interagire con esperti o per tavole rotonde tra i partecipanti sui temi trattati; chat e weblog per dialogare liberamente e per confrontarsi e condividere informazioni; registrazioni video, articoli, presentazioni grafiche e multimediali, manuali e white paper, norme di riferimento, bibliografie, siti utili e glossari; laboratori virtuali; un motore di ricerca per trovare tutti i documenti che si riferiscono ad una determinata parola chiave senza dover esplorare le categorie del portale. Il portale si inserisce in un contesto di rinnovamento e modernizzazione che la Pubblica Amministrazione italiana ha da tempo avviato e che ha contribuito a rendere più efficiente il funzionamento degli enti, introducendo modelli di e-government, e-democracy e t-government che necessitano di nuovi livelli di multicanalità e interazione. Ibm al Forum PA permettere invece di vedere una selezione delle tante realizzazioni sviluppate all’e-Government Open Solution Center di Roma. La presenza IBM si sviluppa secondo un percorso il cui punto di partenza porta il titolo di Progetti Innovativi per la PA. In quest’area soni proposte le realizzazioni più significative per far fronte alle esigenze di e-government, t-government, e-procurement. Alcuni clienti della Pubblica Amministrazione Centrale, Locale e della Sanità porteranno la loro testimonianza sui progetti realizzati, sulle soluzioni adottate e soprattutto sui vantaggi relativi alla loro introduzione. In uno spazio dedicato sono illustrati i temi chiave della strategia IBM:Sicurezza, Ottimizzazione delle risorse IT, Cooperazione Applicativa, Open Source e Riuso, Digitalizzazione delle informazioni. Qui è possibile vedere un’ampia gamma di soluzioni: tecnologie biometriche, le nuove frontiere dell’accessibilità, piattaforme hardware e software per realizzare infrastrutture tecnologiche aperte e sicure che consentano di veicolare informazioni ? dati, documenti e immagini digitalizzate ? in assoluta sicurezza. Prerequisiti indispensabili: l’adozione di standard aperti, Linux e l’Open Source, tutti fattori che favoriscono i progetti di riuso. Nella zona riservata ai Business Partner PA alcuni dei partner di IBM ? sono quasi 150 quelli che affiancano la IBM in questo mercato – presentano soluzioni innovative realizzate specificamente per la Pubblica Amministrazione sulle piattaforme IBM . Focus particolare è riservato ad applicazioni sviluppate in ambiente Open Source. Nell’ ?e-Government Center Meeting Point? gli esperti di IBM e dei Business Partner incontrano infine imprese e istituzioni per approfondire le tematiche di maggior interesse: SOA, Open Source, Sicurezza, Razionalizzazione delle Risorse IT, Digitalizzazione nella PA. Ibm sarà presente, tra gli altri, ai convegni: Dematerializzazione dei documenti e gestione documentale (11 maggio); m-Government: lo sviluppo dei servizi su telefonia mobile (12 maggio).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore