Le aziende Ict non sono ottimiste

Workspace

Domanda e offerta Ict viaggiano su binari differenti. Assintel stila la pagella degli strumenti di comunicazione: 7 scarso agli eventi, 6 e mezzo al web marketing e 6 pieno alle media relation. Insufficienti sono il direct marketing e le fiere, ma gravemente insufficiente è la pubblicità tradizionale

Il 2009 sarà peggiore del 2008 per il 47% delle aziende ICT: con questo dato la crisi economica trova riscontro anche nei risultati della ricerca “Come comunicano le aziende ICT”, svolta da ASSINTEL e INSINTESI e presentata a Milano nel corso di una Round Table.

Se è vero che la congiuntura economica impatta sulle disponibilità economiche, è altrettanto vero che le aziende utenti non riconoscono l’importanza dell’innovazione come fattore strategico per il proprio business: innovare è inutile e non se ne comprende il ritorno sull’investimento.

Questo il campanello d’allarme che emerge dalla ricerca e che va a confermare i dati ISTAT 2008 sulla difficoltà ad innovare delle imprese italiane.

Domanda e offerta Ict viaggiano su binari differenti. Assintel stila la pagella degli strumenti di comunicazione:7 scarso agli eventi, 6 e mezzo al web marketing e 6 pieno alle media relation. Insufficienti sono il direct marketing e le fiere, ma gravemente insufficiente è la pubblicità tradizionale.

L’81% del campione comunica i propri prodotti, il 57% notizie istituzionali; solo il 54% del campione utilizza le case study e il 52% dichiara di utilizzare le opinioni degli utenti per comunicare; le opinioni di leader, le ricerche e le analisi di mercato, utili ad inquadrare le problematiche, sono utilizzate da un’estrema minoranza del campione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore