Le aziende presenti a Forum Pa

Aziende

La rassegna delle imprese che partecipano all’evento romano dedicato alla Pubblica Amministrazione, spazia da Microsoft a Cisco, da Hp a Oracle, da Ibm a Sun

Oggi alle ore 9.30, il Ministro Renato Brunetta taglierà il nastro di Forum PA 2008 insieme al Presidente della Regione, Piero Marrazzo, al Presidente della Provincia, Nicola Zingaretti e al Sindaco di Roma, Gianni Alemanno..

La più importante mostra-convegno europea dedicata alla pubblica amministrazione e alla gestione territoriale è in programma alla Nuova Fiera di Roma dal 12 al 15 maggio. Ecco qui di seguito una rassegna delle principali aziende presenti a Forum Pa.

Hp (pad.7 stand 5G) presenta soluzioni di business intelligence e cooperazione applicativa per il sistema paese, con l’obiettivo di migliorare l’interazione tra pubblica amministrazione e cittadini: il progetto di BI sviluppato per la Regione Veneto e servizi di eGovernment per le Pubbliche Amministrazioni Locali; come l’applicazione della tecnologia RFID per la tracciabilità trasfusionale di cui un esempio è il caso realizzato presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano insieme alla Fondazione Politecnico di Milano. Inoltre l’intervento di Pierluigi Leone, Responsabile PA di HP Italia all’interno del convegno “Il Sistema Pubblico di Connettività: i consuntivi del primo periodo di attività” si svolge il 12 maggio.

Microsoft interviene all’edizione 2008 della manifestazione dedicata all’innovazione tecnologica nella Pubblica Amministrazione per presentare

nuovi progetti finalizzati sia a migliorare la pubblica sicurezza sia ad accrescere l’efficienza della PA. Microsoft partecipa a TechFor– il primo Salone Internazionale delle Tecnologie per le Forze dell’Ordine al servizio dei diritti e della cittadinanza. Lo stand del Programma Operativo Nazionale “Sicurezza per lo Sviluppo – Obiettivo Convergenza” (Pad. 9 Stand 1E), il programma interforze realizzato dal Ministero dell’Interno -Dipartimento della Pubblica Sicurezza, con il cofinanziamento dell’Unione Europea, ospita infatti un’area espositiva incui Microsoft presenta soluzioni e progetti di Innovazione e Responsabilità Sociale realizzati nell’ambito del PON Sicurezza.

In collaborazione con il partner Kelyan Project.Net (Gruppo Franco Bernabè), Microsoft interviene inoltre sul tema del Project Management: nell’ottica di

innovare e migliorare sempre più i servizi erogati ai cittadini, le soluzioni di pianificazione e controllo dei Progetti, di gestione del Portafoglio e di Collaborazione possono difatti migliorare l’efficienza all’interno della Pubblica Amministrazione, soddisfacendo l’esigenza espressa dagli Enti Pubblici di condividere e aggiornare in tempi rapidi le informazioni.

Anche nel corso dell’edizione 2008 del Forum PA trova spazio futuro@lfemminile, il progetto di responsabilità sociale di Microsoft,

Accenture e Acer

che si dedica in questo contesto alla valorizzazione della presenza e del ruolo professionale delle donne nella Pubblica Amministrazione. In particolare, presso un’area dedicata (Social Hub), dotata di connessione WI-FI, saranno organizzati numerosi appuntamenti formativi gratuiti sull’uso delle tecnologie per l’empowerment delle donne. A seguito della manifestazione, sarà lanciato il canale Web “PA al femminile” all’interno del sito del Forum PA, quale strumento di informazione, condivisione di conoscenze, aggiornamento, momento di confronto sui temi relativi alle pari opportunità.

I temi prescelti da Ibm sono: Sicurezza, Green IT, Dematerializzazione, Social Software, Open Source. Nello stand è stato creato uno spazio che ripropone l’e Government Open Solution Center, il centro di competenza che la IBM ha creato per promuovere l’innovazione nel settore e favorire il dibattito e la collaborazione di tutti gli operatori coivolti: enti, istituzioni, università.ù

Nello stand – oltre a un prototipo realizzato in collaborazione con Inail che simula un piano di emergenza in Second Life – sono presentati alcune progetti di rinnovamento che hanno migliorato l’efficienza delle organizzazioni e la qualità dei servizi ai cittadini.

Matika e IBM hanno realizzato per l’Azienda Ospedaliera di Padova un’infrastruttura di desktop virtualizzati basata su server IBM BladeCenter con lame HS21, software di virtualizzazione, VMware Infrastructure 3, software di brokering Leostream e terminali Wyse S10: il progetto pilota è stato realizzato con un numero contenuto di postazioni di lavoro con profili d’utenza differenti in modo da valutare la flessibilità della soluzione; è stato poi esteso a 300 postazioni. Il Comune di Roma è da tempo impegnato a razionalizzare le proprie strutture informatiche per ridurre il costo dell’information technology, malgrado l’aumento del numero di servizi forniti e l’adozione di sempre più elevati standard qualitativi.

Il Sistema di Posta Multicanale (POM) è stata realizzato per INAIL e risponde all’esigenza di creare un sistema che razionalizzi la gestione delle comunicazioni istituzionali prodotte dalle sedi periferiche dell’Istituto: la soluzione si basa su sistemi System p, con middleware IBM DB2, WebSphere. L’Ufficio Condono Edilizio all’interno del Dipartimento VI Politiche della Programmazione e Pianificazione del Territorio del Comune di Roma ha usato le funzionalità di DMS FileNet e ha progettato le applicazioni dei servizi Web in ottica SOA, per rendere più efficace l’acquisizione, catalogazione, registrazione, conservazione dei documenti inerenti le pratiche di condono.

La Comunità Montana gestisce i sistemi informativi di 25 Comuni con l’utilizzo del software Open Source per la virtualizzazione e sistemi operativi aperti Linux. Ibm inoltre porta a Forum Pa le case history: Agenzia Regionale di Sviluppo dei mercati telematici Intercent-ER della Regione Emilia-Romagna e Sportello Unico Imprese Comune di Roma – Dipartimento XVII.

Ibm e Cnipa organizzano la prima tappa di un percorso formativo sulla sicurezz a: per aiutare le Amministrazioni ad orientarsi tra i requisiti, le norme, gli aspetti organizzativi, gli standard e le tecnologie, IBM ha organizzato un percorso formativo e informativo, articolato in 5 eventi: Requisiti di Sicurezza nella P.A. Italiana: normative e standard (Roma, 13 maggio 2008 – Forum PA, padigione IBM, padiglione 8 stand 3A); Sistema Pubblico di Connettività e la sicurezza nella PA italiana (Roma, 27 maggio 2008 – presso l’eGovernment Open Solution Center della IBM, via Sciangai 53, Roma); Gestione delle identità, controllo logico degli accessi e “Security Auditing” (Roma, 10 giugno 2008 – presso l’eGovernment Open Solution Center della IBM); Network Security : Difesa del Sistema Informativo (Roma, 24 giugno 2008 – presso l’ eGovernment Open Solution Center della IBM); la tappa conclusiva sarà Business Continuity e Disaster Recovery (Roma, 9 luglio 2008 – Sede CIVITA, Piazza Venezia).

Dell (Pad. 9 – stand 4C e 10C) presenta le proprie soluzioni nella sezione TechFor ’08, salone specializzato dedicato alle tecnologie per le

forze dell’ordine e la sicurezza; nel 2007 ha collaborato alla realizzazione dell’operatore virtuale dei Carabinieri, che permette di contattare gli operatori dell’Arma per telefono, via SMS e in carne e ossa per informazioni di qualunque tipo. Francesco Magri,Direttore Vendite Pubblica Amministrazione di Dell SpA è disponibile per illustrare le novità sintetizzabili all’interno del messaggio: “Simplify IT”.

Cisco Italy al Forum PA 2008 punta sulla sicurezza e sulla collaborazione nella pubblica amministrazione. Cisco dà appuntamento al“social hub” (Padiglione 7, stand 19), uno spazio attrezzato con computer, connessione wireless, tavoli di lavoro e salotto che i visitatori di Forum PA potranno utilizzare per lavorare, connettersi con il mondo fisico e digitale, fare networking e confrontarsi, per fare rete e condividere esperienze in cui la tecnologia abilita soluzioniinnovative per istituzioni e cittadini. Il programma di incontri serve a fare il punto della situazione su Web 2.0, wireless per la pubblica amministrazione e sulle “città digitali”. Cisco propone alle pubbliche amministrazioni soluzioni di rete per la sicurezza dei cittadini, dei beni e dei dati che quotidianamente sono utilizzati per il governo e per l’erogazione dei servizi. In questa ottica, l’azienda propone le soluzioni Cisco Connected Phisical Security che fanno convergere la sicurezza fisica e la sicurezza “logica”, ovvero la sicurezza delle reti e dei dati, su una infrastruttura di rete comune; le tecnologie più innovative, quali le telecamere e i circuiti di video sorveglianza su IP, si armonizzano con le soluzioni già esistenti, proteggendo gli investimenti già effettuati. A livello europeo, l’azienda fa parte di U-2010, un gruppo di lavoro che definirà la roadmap per la sicurezza pubblica a livello continentale; l’obiettivo è quello di realizzare una rete di nuova generazione in grado di supportare la comunicazione e l’accesso alle informazioni in caso di eventi critici, appoggiandosi alle reti IP esistenti e future.

Soluzioni concrete in questo campo sono già proposte anche a livello di singoli enti o governi: è il caso ad esempio dell’infrastruttura IPICS

(Cisco IP Interoperability and Collaboration System), che ha lo scopo di integrare i sistemi di comunicazione radio usati nelle situazioni di crisi

con le reti voce, dati e video,

permettendo così l’accesso alle informazioni giuste nel formato più adatto, quando necessario; ma anche della Cisco Open

Platform for Safety & Security, una piattaforma di rete sicura e intelligente, su cui è possibile fare convergere i sistemi di comunicazione di vari soggetti, assicurando una risposta collettiva, efficace e rapida alle situazioni di rischio.

La legge finanziaria per l’anno 2008 ha affermato l’obbligo per le amministrazioni pubbliche di abbandonare i sistemi tradizionali e “passare

al VoIP

”: Cisco propone alle pubbliche amministrazioni di adottare le tecnologie di comunicazione unificata, che permettono di sfruttare i vantaggi dell’innovazione preservando gli investimenti già realizzati, scegliendo fra una gamma di soluzioni adatte a strutture di ogni dimensione (dai pochi telefoni di un piccolo comune alle reti di una grande città).

Cisco inoltre è presente ai seguenti seminari: L’innovazione di Internet: il Web 2.0 (codice convegno 10S) il 12 maggio; Un mondo di servizi in arrivo sulle reti wireless municipali (codice convegno 06C); La rinascita possibile delle Città Digitali (codice convegno 05C) il 14 maggio; Amministrare 2.0 – La rete per riformare la pubblica amministrazione, promosso dal Comune di Venezia presso il proprio stand il 13 maggio (ore 11.00 – 15.00, Padiglione 7 stand 9E).

Oracle Italia partecipa a Forum PA (Pad. 8 – Stand 3B) un ricco calendario di appuntamenti, attraverso i quali l’azienda intende offrire agli amministratori pubblici momenti di riflessione su temi importanti quali la gestione dei contenuti negli enti, la misurazione delle performance, le prospettive del CRM nell’amministrazione pubblica.

In primo luogo, Oracle ha aderito a Master Diffuso, un percorso modulare di aggiornamento professionale che si svolge interamente nell’ambito della sezione espositiva di Forum PA. Oracle ospita dunque presso il proprio stand sei momenti di formazione su altrettanti temi per tutti giorni della manifestazione: Governance Risk & Compliance: un’opportunità per implementare servizi di eGovernment efficienti e sicuri; L’integrazione dei sistemi informativi: SOA e sistemi ERP e CRM, il modello Oracle;

Il contributo delle nuove tecnologie al processo di eDemocracy – L’esperienza del portale dell’area metropolitana di Bari; Il Case Management: migliorare l’erogazione dei servizi per il cittadino; Internal Auditing: quali soluzioni a supporto per la Pubblica Amministrazione; Misurazione delle performance: una sfida possibile anche nella PA?.

Il convegno del 13 maggio, dal titolo “L’evoluzione delle esigenze di Content Management nella PA: dalla sicurezza al web semantico“, sarà l’occasione per presentare la strategia e la soluzione Oracle Enterprise Content Management, anche attraverso esperienze reali nel mondo della PA.

Oracle prende parte all’incontro sul tema “L’innovazione di Internet: il Web 2.0”, previsto il 12 maggio alle ore 15.00. L’azienda darà poi il proprio contributo nell’ambito del convegno “Dopo sette anni di legge 150: quali politiche comunicative possibili per una amministrazione del cittadino”, in programma il 14 maggio alle 10.00. Infine, Oracle partecipa anche all’incontro “La valutazione del lavoro pubblico: esperienze di successo per passare al controllo della presenza all’orientamento ai risultati”, in calendario il 14 maggio alle ore 15.00.

Sun Microsystems porta a Forum Pa l’Eco Innovation e l’Open Source. Il 13 maggio si tiene “Eco Innovation for Government: l’esperienza di Publiacqua”,

un progetto di virtualizzazione del desktop e consolidamento dei sistemi, per migliorare l’efficienza e ridurre i consumi energetici; Il 14 maggioc “Project Wonderland e Sun SPOT – Tecnologie Open innovative per la PA: l’esperienza di Postecom”.

La demo di Project Wonderland, lo strumento open source ideato da Sun per creare mondi virtuali collaborativi 3D, sarà a disposizione presso lo stand Sun.

Infine Sun, nell’ambito dell’iniziativa Master Diffuso, promuove i corsi: SOA e Integrazione di Sistemi ERP e di CRM: Vista Unificata del Cittadino e del Paziente; La Razionalizzazione delle Infrastrutture IT: Virtualizzazione dei Server, dello Storage e del Desktop.

ADiTe e Fondazione Torino Wireless organizzano il convegno internazionale intitolato “I distretti tecnologici e l’innovazione nella PA per lo sviluppo territoriale” , che si terrà nella giornata di giovedì 15 maggio dalle 10 alle 13, è l’occasione per stimolare il dibattito sul rapporto tra i distretti e le politiche di sviluppo territoriali con un focus particolare sul ruolo del Distretto tecnologico nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Siav (Pad. 8 stand 4B) propone alcuni servizi per la pubblica amministrazione: dagli strumenti finalizzati alla semplificazione dei procedimenti per i cittadini tramite l’accesso semplificato alle informazioni, a quelli per il monitoraggio delle performance della PA, alle soluzioni per l’attivazione della conservazione sostitutiva.Le lezioni di Siav si svolgeranno durante il “Percorso e-government e nuove tecnologie”, suddiviso in tre moduli: all’interno del modulo “gestione documentale e workflow” la società terrà le lezioni “dematerializzare il rapporto con il cittadino: posta elettronica certificata e moduli on line” e “conservazione sostitutiva e formati documentali”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore