Le aziende spenderanno in sicurezza ancora di più nel 2009

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Come si procede da parte dei manager alla scelta delle soluzioni di sicurezza? Sono i colleghi lo strumento più influente nelle scelte tecnologiche. Consulenti e system integrator vengono al secondo posto. Il peso delle informazioni provenienti da pubblicazioni e riviste

Secondo Forrester Research anche in quest’anno di recessione economica le imprese non cesseranno di spendere in sicurezza It. Una parte non indifferente del loro budget di spesa è assicurato per acquisire soluzioni di sicurezza, con la data protection in testa alle nuove priorità.

Un rapporto degli analisti della società sulle medie aziende , che riguarda sia il mercato Usa che quello europeo, segnala un incremento dell’1% della spesa in sicurezza. Le principali aree di spesa segnalate nel rapporto, che si basa su interviste di oltre 1200 aziende medie e piccole dotate di manager per It e sicurezza, sono la sicurezza dei dati ( 87%) , la sicurezza delle applicazioni (80%) e la business continuity – disaster recovery. Ma il rapporto mette in luce che la principale preoccupazione dei manager concerne in particolar modo gli sviluppi riguardanti la protezione dei dati aziendali riservati e della proprietà intellettuale oltre che a quella delle informazioni dei loro clienti.

Come spiega Jonathan Penn, autore per Forrester del rapporto “The State Of Enterprise IT Security: 2008 To 2009”,“ la data protection è il problema numero uno, prima della disponibilità dei dati. Si sta riconoscendo che la protezione dei dati è un elemento chiave del business di un’azienda”.

Per di più in questo particolare momento economico le aziende sono preoccupate di perdere clienti a seguito di intrusioni nelle informazioni da loro gestite , più che essere alla ricerca di nuovi clienti.

Un parte del rapporto è dedicata ai numeri di budget.

Nel 2009 molte aziende pensano di accrescere il budget dedicato alla sicurezza a una percentuale del 10,1%. La parte dedicata alle nuove iniziative di sicurezza crescerà dal 14,9 % al 15,9% rispetto all’anno appena trascorso. Ma i ricercatori pensano che questa tendenza potrebbe cambiare nei prossimi mesi. Per le imprese la sfida principale sta nel trovare una convincente giustificazione di business per gli investimenti da sostenere.

L’encryption della posta elettronica e dello storage di rete e la data loss prevention saranno adottate entro l’anno dal 20% dalle aziende interpellate. Come le aziende più grandi , anche le imprese medio–piccole stanno guardando con favore ai contratti di outsourcing come metodo per ottenere il massimo dai bilanci e semplificare le attività di sicurezza It.

Se l’obiettivo poi è la semplice protezione di dati aziendale questa opzione diventa ancora più interessante.

Ma come si procede da parte dei manager It alla scelta delle soluzioni di sicurezza? La ricerca si occupa anche questo. Ed emerge che sono i colleghi e il passaparola lo strumento più influente nelle scelte tecnologiche ( 35%). Consulenti e system integrator vengono al secondo posto con il 27%, ma non viene trascurato neppure il peso delle informazioni provenienti da pubblicazioni e riviste.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore